Eredità - Concorso nella successione legittima dei genitori e dei fratelli del defunto, in assenza di testamento



Alessandro da Parma:



buon giorno, vorrei sapere se in assanza di moglie e figli aspetta ai genitori e ai fratelli il mancato guadagno di un ragazzo deceduto in seguito ad un incidente stradale, determinato dallo stipendio meno 1/3 per spese circa moltiplicato per i rimanenti anni di lavoro ed aventualmente di pensione molto importante grazie!
Alessandro



RISPOSTA



Se il ragazzo è morto senza lasciare un testamento, i suddetti importi vanno attribuiti per successione legittima, in parti uguali, ai genitori e ai fratelli (in assenza di moglie e figli). Questi sono infatti i parenti più vicini del defunto.
La tua situazione è regolata dall’articolo 571, I comma, per cui “se con i genitori o con uno soltanto di essi concorrono fratelli e sorelle germani del defunto, tutti sono ammessi alla successione del medesimo per capi, purché in nessun caso la quota, in cui succedono i genitori o uno di essi, sia minore della metà”.
La norma precisa, quindi, che ai genitori spetta almeno il 50% delle somme da erogare, indipendentemente dal numero dei fratelli del defunto (i fratelli infatti potrebbero essere più di uno).
Farò un esempio concreto:

Genitore A; genitore B; fratello C: a ciascuno dei tre eredi spetta il 33,33% dell’importo del defunto (la quota dei genitori è pari al 66,66% dell’asse ereditario, quindi superiore al 50%).
Genitore A; genitore B; fratello C; fratello D; fratello E; fratello F, Fratello G: ai genitori spetta comunque una quota del 50% (25% a testa) – a ciascun fratello spetta una quota del 10%.
Cordiali saluti