Eredità - Divisione dei canoni di locazione derivanti dall’appartamento in comunione ereditaria



Salvatore da Napoli:



ho ereditato 2/3 di eredità dopo la morte di mio padre nel marzo 1997 posso rinunciare all eredità adesso? ho un a casa dove vivo pagando 280 € al mese a mia madre come 1/3 della rendita catastale se vado via posso fittarla e darle sempre 280€ o dovro darle1/3 dell affitto ,se invece vado via posso chiudere la casa e darle i 280 € al mese o lei mi puo imporre di fittarla cosi lei perciperebbe di più



RISPOSTA



Dopo avere accettato l’eredità, in maniera espressa o tacita, non puoi più rinunciare al tuo status di erede, né tanto meno alla titolarità dei rapporti giuridici correlati alla successione ereditaria.
Nell’eventualità in cui tu dovessi decidere di concedere in locazione l’appartamento ereditato, dove vivi attualmente, tua madre, ossia il coerede, avrebbe diritto alla porzione di 1/3 del canone di locazione mensile effettivamente percepito e non alla quota di 1/3 della rendita catastale.
Gli eredi infatti, hanno diritto alla quota dei frutti civili derivanti dal bene oggetto della successione ereditaria.
Rientra nelle tue facoltà, decidere di non locare l’appartamento, continuando ad erogare la somma mensile di 280,00 euro a tua madre; quest’ultima non può obbligarti a stipulare un contratto di locazione relativamente al bene in comunione.
Cordiali saluti