Assemblea condominiale e innovazioni, ai sensi dell'articolo 1120 del codice civile



Davide da Massa:



buon giorno abito in un condominio di 12 unità , nel 1999 mediante assemblea condominiale decidemmo di installare le tende da sole con il relativo tessuto ( grigio perla a righe),6 condomini installarono le tende e gli altri , no. oggi io ed altri due condomini abbiamo deciso di installare queste tende da sole ,ma abbiamo avuto una brutta sorpresa : IL TESSUTO E' FUORI PRODUZIONE E NON PIU' REPERIBILE (ci ha dato conferma anche l'arquati).
allora abbiamo fatto convocare una assemblea condominiale in seconda convocazione con la seguente partecipazione:

494,67 millesimi di persone fisiche + 431,17 mill. di deleghe per un totale di 925,84 millesimi è stato scelto il nuovo tessuto(un grigio perla uguale a quello attuale ma in TINTA UNITA),11 condomini hanno votato per questa soluzione mentre uno ( con 65,12 mill. ) ha fatto mettere a verbale che non era d'accordo ma che preferiva un tessuto grigio ma con righe diverse con quelle attuali. io e gli altri due condomini abbiamo effettuato l'ordine , ma oggi è arrivata una A.R del condomino in disaccordo la quale diceva:

la scelta del nuovo colore va ad intaccare l'art.1120 che riguarda il decoro architettonico e per questo per la scelta del nuovo tessuto serve l'unanimità pertanto chiedo l'annullamento dell'assemblea altrimenti mi rivolgerò ad un legale.
l'amministratore (che è un condomino di 73 anni laureato in legge)gli ha risposto che non è competenza dell'amministratore annullare l'assemblea condominiale e se vogliono possono rivolgersi all'autorità competenti. l'amministratore ci ha detto che giuricamente possiamo mettere le tende però lui per il momento ci andrebbe un pò cauto.
a noi non sembra di intaccare l'art.1120,più che decoro architettonico a noi sembra un problema solo di decoro inteso come estetica( normale manutenzione) dove può decidere benissimo la maggioranza. anche perchè è giusto che chi non ha le tende le possa mettere come gli altri e con l'unanimità questo non accadrebbe mai (c'è sempre uno che la pensa diversamente).

-cosa dobbiamo fare noi che abbiamo ordinato le tende?
-l'assemblea con 494,67 mill.di persone fisiche (meno di 500 mill.) poteva decidere a merito?



RISPOSTA



L'articolo 1120, II comma, quando fa riferimento al decoro architettonico, non intende certamente riferirsi alle tende da sole. L'articolo si riferisce alle modificazioni del fabbricato, idonee a mutarne in maniera significativa la morfologia (per di più, non mi sembra che l'architettura sia una materia che si occupi di tendaggi; ricordi forse il nome di un famoso architetto che abbia prodotto, nel corso della storia, tende da sole??!!!).
La delibera dell'assemblea è assolutamente valida, in quanto sussistono i relativi quorum costitutivi e deliberativi; l'installazione di tende da sole è un'opera di ordinaria manutenzione e non un'innovazione ai sensi dell'articolo 1120 c.c..
Non ha alcun senso indugiare; se il condomino dissenziente si rivolgerà per davvero al Tribunale (secondo me non lo farà, non può esistere una persona talmente "fantasiosa"), probabilmente sarà anche condannato a pagare le spese giudiziali che il condominio avrà dovuto sopportare.
Ti confermo l'assunto dell'amministratore di condominio sulla facoltà di annullare il verbale di assemblea: non è un potere che, per legge, spetta all'amministratore di condominio ma esclusivamente all'autorità giudiziaria, su ricorso del condomino dissenziente.
Cordiali saluti