Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Eredità - Eredità fratello emigrato. Esecuzione della sentenza del tribunale italiano all’estero





Buon giorno,
circa un anno fa mia madre è mancata senza lasciare alcun testamento, però durante la sua vita ha dato ( in alcuni casi sotto forma di prestito ) soldi a noi 4 figli. In particolare circa 3 anni fa, prestava 40.000 euro a uno dei miei tre fratelli che vive in Congo, per comprare un terreno in XXXXX su cui costruire 4 appartamenti e di cui uno di questi sarebbe andato a lei. Per varie ragioni che al momento non espongo, mio fratello non diede mai nulla a mia madre men che meno restituì i soldi.
Poco prima di morire, dietro mia richiesta, scrisse un biglietto in cui chiedeva a mio fratello di darmi la metà della cifra, quindi 20.000 euro, per comprarmi un terreno sempre in Congo.

C'è da dire che questo biglietto l'ho consegnato io personalmente a mio fratello l'ultima volta che mi sono recato da lui visto che mia madre non era più in condizioni di fare un così lungo viaggio, infatti poco più di un mese dopo ella mancò.
Mio fratello si guardò bene dal tornare in Italia per i funerali e da allora non mi ha più degnato di risposta.
Una precisazione è doverosa, il biglietto in questione è stato scritto nella prima parte da me, poi concluso da mia mamma con la sua firma in calce.
Io vorrei sapere se ho ancora diritto a quei soldi, o eventualmente, dimostrando che quei terreni e case costruite ( in Congo ) con parte dei soldi di mia mamma, in qualche modo potremmo vantarne diritto io e i mie fratelli in parti uguali. Non ci sono altri scritti in proposito, salvo testimonianze e una registrazione vocale in cui mia madre dice di aver dato, oltre quei soldi, anche altri 60.000 euro, per coprire un "buco" bancario in Italia, di cui semmai dirò le circostanze e che  non sono mai stati restituiti.
Ringraziando in anticipo sperando di essere stato sufficientemente chiaro e conciso,  resto in attesa di una Vs cortese risposta.
Cordiali saluti



RISPOSTA



Prima di chiederci se hai diritto o meno di ottenere questa somma di denaro, prestata dalla mamma a tuo fratello, faremmo bene a chiederci quale effetto giuridico avrebbe una sentenza di condanna emessa da un giudice italiano, in Congo.

Come portare ad esecuzione la sentenza italiana nei confronti di tuo fratello che vive in Congo e non possiede beni in Italia ???

Con la documentazione in tuo possesso, potresti anche domani, rivolgerti al tribunale civile ed ottenere la condanna di tuo fratello alla restituzione del prestito.

Potresti anche denunciarlo per truffa … se è per questo !!!

Ma a cosa servirebbe !!!

Con la sentenza del giudice italiano non potresti certamente andare dall'ufficiale giudiziario keniota, per chiedere di procedere ad esecuzione forzata nei confronti di tuo fratello.

Fino a quando tuo fratello resterà in Congo, sarà impunito e potrà fare quello che vuole !!!
Potresti ottenere una sentenza di condanna anche della cassazione … in Congo, dove risiede tuo fratello, sarebbe semplicemente carta straccia.

Salvo che tuo fratello non possieda immobili in Italia, ti consiglio di lasciar perdere vista la “latitanza” del soggetto … e spero che perdonerai l'estrema sincerità della mia consulenza.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale