Successione ereditaria di coniugi sposati in comunione dei beni; il marito ha in precedenza divorziato





Sono sposata in comunione dei beni con un divorziato con prole, proprietario da prima del matrimonio dell'abitazione in cui viviamo e di una casa ereditata assieme ad un fratello.
Io proprietaria di una casa acquistata prima del matrimonio.

Vorremmo sapere se entriamo lo stesso nell'asse ereditaria e in che percentuale o se (x esserci) dobbiamo fare qualcosa.

Grazie
cordiali saluti



RISPOSTA



Necessaria premessa: i beni dei coniugi elencati nella tua email, non fanno parte della comunione legale dei coniugi, ai sensi dell'articolo 179 comma I lettera A e B.

Art. 179 del codice civile. Beni personali. 

Non costituiscono oggetto della comunione e sono beni personali del coniuge:
a) i beni di cui, prima del matrimonio, il coniuge era proprietario o rispetto ai quali era titolare di un diritto reale di godimento;
b) i beni acquisiti successivamente al matrimonio per effetto di donazione o successione, quando nell'atto di liberalità o nel testamento non è specificato che essi sono attribuiti alla comunione;
c) i beni di uso strettamente personale di ciascun coniuge ed i loro accessori;
d) i beni che servono all'esercizio della professione del coniuge, tranne quelli destinati alla conduzione di una azienda facente parte della comunione;
e) i beni ottenuti a titolo di risarcimento del danno nonché la pensione attinente alla perdita parziale o totale della capacità lavorativa;

Ipotizziamo la morte di tuo marito. Ipotizziamo ovviamente una successione per legge in assenza di testamento.

I beni di tuo marito (non i tuoi beni personali) saranno così suddivisi, ai sensi dell'articolo 581 del codice civile.
Quota della moglie 1/3
Quota dei figli 2/3

Art. 581 del codice civile. Concorso del coniuge con i figli.

Quando con il coniuge concorrono figli legittimi o figli naturali, o figli legittimi e naturali, il coniuge ha diritto alla metà dell'eredità, se alla successione concorre un solo figlio, e ad un terzo negli altri casi.

… e se morissi prima tu ? Sempre senza testamento ovviamente …
Si applicherebbe ai tuoi beni personali, l'articolo 583 del codice civile.

Art. 583 del codice civile. Successione del solo coniuge.

In mancanza di figli legittimi o naturali, di ascendenti, di fratelli o sorelle, al coniuge si devolve tutta l'eredità.

A disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

Cordiali saluti.

Fonti: