Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Risoluzione contratto di locazione per presenza di muffa nell'appartamento





Preg.mi In data 01 Novembre 2011 ho stipulato un contratto di affitto 4+4 l'appartamento al piano terra veniva dichiarato privo di vizi o limitazioni nell'uso, durante il periodo invernale si presentano macchie di muffa su tutto il lato nord delle stanze, questi mi creano problemi di salute e mi hanno danneggiato i vestiti, il padrone di casa è stato avvisato verbalmente piu' volte e la richiesta era di risolvere il problema, il padrone di casa dice di essersi rivolto ad un ingeniere che con un sopralluogo avrebbe determinato la cusa, ho chiesto di essere presente durante questa fase ma non sono stato avvissato, l'ingegnere sostiene che a causa di mal isolamento strutturale l'umidità si diffonde nell'abitazione generando muffa e per migliorare la situazione si potrebbe installare una controsoffittatura al piano seminterrato, oltre ad un cappotto esterno con costi moderati, tutto per migliorare le condizioni termico-igienico abitative dell'appartamento, ad oggi sono state effettuate solo promesse senza riscontri e per tanto mi trovo a sollecitare con richiesta di danni e scioglimento del contratto di affitto immediato con il risarcimento delle spese per lo spostamento in altra abitazione, premetto che ho sempre adottato un comportamento adeguato per mantenere la salubrità negli ambienti, areeggiando oltre 1 ora al di, riscaldando i locali oltre le 4 ore diurne, la temperatura ambiente è intorno ai 19-20 gradi, di piu' non posso permettermelo e non posso mantenere il riscaldamento sempre acceso con aggravio di costi per causa di un appartamento non isolato adeguatamente, inoltre i vicini testimoniano che i precedenti affittuari sono andati via per questi motivi inadempienza da parte del proprietario, anche gli altri appartamenti del comdominio (6 unità) presentano muffa, sono stato costretto a pulire piu' volte ma ritorna, cosa posso ottenere? grazie cordiali saluti.



RISPOSTA



Mi sembra di capire che tu non abbia mai messo per iscritto le tue richieste …
Ti sei lamentato verbalmente con il proprietario, senza mai mettere per iscritto le tue specifiche richieste, magari allegando alle stesse delle fotografie dell'appartamento locato.

Se le cose stanno così, sarà impossibile chiedere un risarcimento danni, quindi potrai legittimamente ottenere soltanto quanto segue:

1) scioglimento immediato del contratto di locazione e restituzione della caparra confirmatoria, ai sensi dell'articolo 1580 del codice civile.

Art. 1580 del codice civile. Cose pericolose per la salute.

Se i vizi della cosa o di parte notevole di essa espongono a serio pericolo la salute del conduttore o dei suoi familiari o dipendenti, il conduttore può ottenere la risoluzione del contratto, anche se i vizi gli erano noti, nonostante qualunque rinunzia.


2) Rimborso delle spese necessarie per effettuare il trasloco presso un appartamento idoneo alle tue esigenze (presentando al proprietario fattura dei costi del trasloco).

Ribadisco invece la difficoltà - impossibilità di chiedere un risarcimento danni per il tuo mobilio o per i vestiti danneggiati dall'umidità. A proposito, trattasi di appartamento mobiliato ?

A disposizione per esaminare la richiesta di scioglimento contratto che hai intenzione di inviare al proprietario.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale