Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Successione ereditaria e diritti della cognata del de cuius





Buonasera è deceduto il 19/01/2015 mio padre, abbiamo un conto corrente cointestato a firma mia e sua. Mia madre e mio fratello sono deceduti non ho altri parenti.
Mia cognata, moglie di mio fratello, rientra nella successione? mio padre non aveva immobili ma solo il conto cointestato grazie



RISPOSTA



No, tua cognata non rientra nella successione di tuo padre.
Non si applica infatti l'articolo 479 del codice civile, ma le norme in materia di rappresentazione ereditaria.

L'articolo 479 del codice civile prevede che

“Se il chiamato all'eredità muore senza averla accettata , il diritto di accettarla si trasmette agli eredi”.

Ma in tal caso, tuo fratello non è un soggetto chiamato all'eredità, morto senza averla accettata, ma un soggetto mai chiamato all'eredita, in quanto premorto a suo padre.

La rappresentazione, ai sensi dell'articolo 467 del codice civile, fa subentrare i discendenti nel luogo e nel grado del loro ascendente, in tutti i casi in cui questi non può o non vuole accettare l'eredità o il legato.

Ai sensi dell'articolo 468 del codice civile, la rappresentazione ha luogo, nella linea retta, a favore dei discendenti dei figli, legittimati e adottivi, nonché dei discendenti dei figli del defunto, e, nella linea collaterale, a favore dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto.

Tanto premesso, la rappresentazione non opera a favore di tua cognata, ma opererebbe a favore dei figli di tuo fratello, laddove egli avesse avuto dei figli.

A cadere in successione inoltre, è soltanto il 50% della somma accreditata sul conto, al momento della morte del de cuius.

Cordiali saluti.



Diritto successorio della nipote del de cuius





Padre pre morto. mamma ancora vivente. Eravamo tre figli ma nei giorni scorsi e' morta la nostra sorella lasciando una figlia. Alla morte della mamma nostra nipote avra' diritto a una parte della eredita?



RISPOSTA



Esatto avrà diritto per rappresentazione, alla stessa quota ereditaria che sarebbe spettata a sua madre, premorta rispetto alla nonna ancora in vita.

La rappresentazione, ai sensi dell'articolo 467 del codice civile, è quell'istituto che fa subentrare i discendenti nel luogo e nel grado del loro ascendente, in tutti i casi in cui questi non può (in quanto premorto) o non vuole (in caso di rinuncia all'eredità) accettare l'eredità o il legato. Per l’art. 468 del codice civile, la rappresentazione opera rispetto al de cuius in due modi, in linea retta e in linea collaterale. Secondo l'articolo 467 comma 2 del codice civile la rappresentazione si applica negli stessi modi della successione legittima anche nella successione testamentaria.

Quindi in caso di successione legittima, in assenza di testamento, la nipote avrà diritto alla quota di 1/3 dell'eredità della nonna.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale