Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Contratto di apprendistato e lavoro supplementare





Sono assunta con contratto di apprendistato, firmato il 17.04.2017, a 4h settimanali e, come si evince da contratto che allego, l'orario di lavoro è di 4 ore giornaliere alternate da settimana in settimana tra mattino e pomeriggio.
Alla firma del presente contratto di lavoro, di comune accordo verbale, era stato stabilito che, per motivi economici dello studio in cui lavoro il suddetto contratto sarebbe stato di 24 ore settimanali, come ho precedentemente riportato, ma che effettivamente avrei svolto un orario a tempo pieno. Mi ritrovo oggi ad essere presente in ufficio 39 ore alla settimana e vorrei sapere se, legalmente, con il mio contratto di lavoro sono legittimata a lavorare 4 ore al giorno.
Qualora lo fossi, dovrei inviare una lettera raccomandata al mio datore di lavoro?

 

RISPOSTA



Nel tuo contratto di lavoro è scritto che il lavoratore si rende disponibile al lavoro supplementare, a richiesta del datore di lavoro. Cosa si intende per lavoro supplementare?
Si intende quello reso in aggiunta all'orario (ridotto) di lavoro concordato, ma entro i limiti dell'orario a tempo pieno; trattasi di istituto che riguarda dunque il solo part time orizzontale, dal momento che nel part time verticale l'orario di lavoro giornaliero è già a tempo pieno.

Attenzione, lavoro supplementare A RICHIESTA DEL DATORE DI LAVORO.
RICHIESTA SCRITTA DEL DATORE DI LAVORO.
Così come dovranno essere scritte le richieste di lavoro straordinario e notturno, nonché le modifiche dei turni di lavoro.

Tanto premesso, rispondo alla tua domanda: sei legittimata a lavorare 4 ore al giorno, salvo che il datore di lavoro non ti chieda per iscritto di fare del lavoro supplementare!
Lavoro supplementare, ovviamente retribuito come da contratto collettivo …

Intendi inviare una raccomandata al datore di lavoro?
Nella raccomandata a/r scriverai che la tua disponibilità al lavoro supplementare/straordinario è subordinata ad una richiesta scritta da parte del datore di lavoro! Per il futuro, in assenza di richiesta scritta da parte del datore di lavoro, farai le “tue quattro” ore settimanali.

Vorrei infine che leggessi l'articolo 53 del tuo CCNL agenzie immobiliari, in materia di lavoro supplementare. Il lavoro supplementare è ammesso soltanto nei seguenti casi:

a) eventuale intensificazione dell'attività lavorativa;
b) particolari difficoltà organizzative derivanti da concomitanti assenze per malattia o infortunio di altri dipendenti.

Contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti da Agenti Immobiliari Professionali e mandatari a titolo oneroso

Il lavoro supplementare non è qualcosa di sistematico ed ordinario, come vorrebbe far credere il tuo datore di lavoro.
La prassi del datore di lavoro, anche in presenza di richiesta scritta, non sarebbe affatto regolare!

A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.