Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Efficacia del contratto preliminare di compravendita immobiliare subordinata alla richiesta di mutuo alla banca





Salve, sul preliminare di compravendita ho la seguente clausola sospensiva: "La validità del presente contratto è subordinata all'esito positivo di una richiesta mutuo effettuata dai sig.ri D. e Fe. presso un ente finanziario scelto a cura degli stessi e congrua per l'acquisto dell'immobile in oggetto della presente. Tale responso positivo dovrà essere ricevuto dai promissari acquirenti e noto ai promittenti venditori entro la data del 30 novembre 2018; in caso di responso negativo, che dovrà essere documentato, il preliminare perderà di efficacia a tutti gli effetti di legge e nulla sarà dovuto ai venditori dell'immobile a nessun titolo. Pertanto nel caso in cui parte promissaria acquirente dovesse documentare un responso negativo, a decorrere della data del 1 dicembre 2018 l'importo rilasciato da parte promissaria acquirente come caparra confirmatoria dovrà essere ai medesimi restituito. Diversamente, ove i promittenti acquirenti nulla comunicano e documentino a parte promittente venditrice nel termine sopra indicato, la condizione sospensiva si riterrà avverata con conseguente efficacia vincolante del presente contratto."
Ad oggi ancora non ho ricevuto esito da parte della banca. I miei quesiti sono i seguenti: - se entro il 30 novembre non comunico al venditore alcun esito a cosa vado incontro?

 

RISPOSTA



Molto semplice: “ove i promittenti acquirenti nulla comunicano e documentino a parte promittente venditrice nel termine sopra indicato, la condizione sospensiva si riterrà avverata con conseguente efficacia vincolante del presente contratto”.

Nel silenzio, la trattativa s'intenderà perfezionata e pertanto, se non procederai al rogito, perderai la caparra confirmatoria di cui all'articolo 1385 del codice civile. Ti devi necessariamente attivare entro il 30 novembre!

Sarebbe il caso, a scanso di equivoci di chiedere alla banca, entro il 30 novembre, di comunicare a mezzo pec, il suo responso negativo. Inoltrerai tale responso negativo, entro il 30 novembre, sia al venditore che all'agente immobiliare.

… e se la banca non dovesse comunicarti nulla, entro il 30 novembre?

Entro venerdì dovrai inviare una pec (oppure una raccomandata a/r anticipata via email oppure anticipata via fax) all'agente ed al venditore, con la quale comunichi che “la banca non ha concesso responso positivo alla tua richiesta di mutuo, pertanto la trattativa si intende sciolta e si resta in attesa della restituzione della caparra. Con riserva di documentare il responso negativo della banca nei primi giorni del prossimo mese di dicembre”.

Se leggi con attenzione la clausola contrattuale, noterai che il responso negativo deve essere comunicato entro il 30 novembre, ma può essere documentato anche in seguito.



Se la banca mi dovesse comunicare esito negativo dopo il 30 di novembre posso ugualmente richiedere la restituzione della caparra confirmatoria? Resto in attesa di celere riscontro, grazie.

 

RISPOSTA



Certamente sì, però entro venerdì mattina devi attivarti via pec oppure con raccomandata a/r anticipata via email o fax, per comunicare al venditore ed all'agente il responso negativo, con riserva di provarlo documentalmente non appena sarà obiettivamente possibile, ossia nei primi giorni di dicembre.

E' importante non restare in silenzio … è importante evitare che il mese di novembre trascorra nel silenzio dell'acquirente ! Silenzio equivale a perfezionamento della trattativa!
Comunicare il responso negativo il 30 novembre all'agente ed al venditore, con riserva di provarlo documentalmente il prima possibile.
Provarlo documentalmente anche lunedì 3 o martedì 4 dicembre … non rappresenta un problema!

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: