Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto privato - Pignoramento mobiliare presso l'abitazione del debitore



Mario da Brescia



Ho subito un pignoramento di beni mobili su beni già venduti all'asta come mi devo comportare considerando che il giorno del pignoramento io non ero presente ma era presente mio figlio minorenne.



RISPOSTA



La forma del pignoramento mobiliare presso il debitore è disciplinata dall'articolo 518 del codice di procedura civile:

ARTICOLO 518 DEL CODICE DI PROCEDURA CIVILE

L'ufficiale giudiziario redige delle sue operazioni processo verbale, nel quale dà atto dell'ingiunzione di cui all'articolo 492 e descrive le cose pignorate, determinandone approssimativamente il valore, con l'assistenza, quando occorre, di uno stimatore da lui scelto. Se il pignoramento cade su frutti non ancora raccolti o separati dal suolo o su bachi da seta, l'ufficiale giudiziario ne descrive la natura, la qualità e l'ubicazione.

Nel processo verbale l'ufficiale giudiziario fa relazione delle disposizioni date per conservare le cose pignorate.

Se il debitore non è presente, l'ufficiale giudiziario rivolge l'ingiunzione alle persone indicate nell'articolo 139 secondo comma, e consegna loro un avviso dell'ingiunzione stessa per il debitore. In mancanza di dette persone affigge l'avviso alla porta dell'immobile in cui ha eseguito il pignoramento.

Il processo verbale col titolo esecutivo e il precetto deve essere depositato in cancelleria entro le ventiquattrore dal compimento delle operazioni. Il cancelliere al momento del deposito forma il fascicolo dell'esecuzione.

I soggetti indicati nell'articolo 139, secondo comma del codice di procedura civile sono le persone di famiglia o addette alla casa, all'ufficio o all'azienda, purche' non minori di quattordici anni o non palesemente incapaci ovvero il portiere dello stabile dove è l'abitazione o un vicino di casa.

In estrema sintesi:
1) non è necessaria la presenza del debitore esecutato, al momento del pignoramento mobiliare.
2) la presenza del figlio del debitore, non minore di anni quattordici, è più che sufficiente per la validità della forma del pignoramento.
3) nell'eventualità in cui tuo figlio sia minore di anni quattordici, il pignoramento è valido se l'ufficiale giudiziario ha affisso l'avviso del pignoramento, alla porta dell'immobile in cui il pignoramento è stato eseguito.

Se l'ufficiale giudiziario non ha rispettato la disciplina contenuta nell'articolo 518, devi presentare opposizione, ai sensi dell'articolo 617, secondo comma, del codice di procedura civile, al giudice dell'esecuzione, nel termine perentorio di venti giorni dal pignoramento. E' necessaria l'assistenza di un avvocato.

Cordiali saluti

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale