Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto penale - Querela per ingiurie e percosse. Contro-querela per calunnia.





Egregio team di avvocati Oggi mi è stato notificato dai carabinieri una querela per ingiuria e percosse nei miei confronti ; Io sono di xxxxxx e abbiamo una casa al mare in xxxxxx dove il fatto è successo il II.II.IIII; per invidia nei nostri confronti e per futili motivi abbiamo avuto un diverbio con la vicina; mi ha detto in siciliano di tutto e di più che non capivo nemmeno, ma mai avrei pensato che querelasse me; penso anche l’abbia fatto per avere un indennizzo da questo accaduto. La mia meraviglia sta nel fatto come mai mi è stato notificato appena adesso quando la querela è stata fatta il YY.YY.YYYY nei miei confronti?se mi fosse stata notificata entro i 90 giorni dell’ accaduto io avrei potuto fare una controquerela per calunnia Domanda:

i carabinieri me la dovevano notificare subito? Posso fare una controquerela dal momento che mi è stata notificata la querela o sono costretta ad subire passivamente un fatto così grave? Grazie aspetto con ansia una vostra risposta



RISPOSTA



Una querela deve essere presentata entro 90 giorni dalla commissione del fatto costituente reato; la vicina di casa siciliana ha quindi presentato querela nei termini di legge.

Non è previsto dalla legge invece, un termine entro il quale la polizia giudiziaria deve notificare la querela al querelato, tuttavia il temine di 90 giorni per presentare contro-querela per calunnia, ai sensi dell’articolo 368 del codice penale, decorre dal giorno in cui il querelato ha notizia della querela, sporta a suo danno, a seguito di regolare notifica.

Art. 368 del codice penale. Calunnia.

Chiunque, con denunzia, querela , richiesta o istanza, anche se anonima o sotto falso nome, diretta all'autorità giudiziaria o ad un'altra autorità che a quella abbia obbligo di riferirne, incolpa di un reato taluno che egli sa innocente, ovvero simula a carico di lui le tracce di un reato, è punito con la reclusione da due a sei anni. La pena è aumentata se s'incolpa taluno di un reato pel quale la legge stabilisce la pena della reclusione superiore nel massimo a dieci anni, o un'altra pena più grave. La reclusione è da quattro a dodici anni, se dal fatto deriva una condanna alla reclusione superiore a cinque anni; è da sei a venti anni, se dal fatto deriva una condanna all'ergastolo.

Tanto premesso, sei perfettamente nei termini per presentare una contro-querela per calunnia, in quanto il termine dei 90 giorni, decorre dalla notifica della querela per ingiuria e percosse.
Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale