Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

IRPEF rimborso fiscale, duplicazione pagamento, recupero con cartella esattoriale





L’agenzia delle entrate mi ha notificato una cartella di pagamento per recuperare un rimborso IRPEF erogato due volte.
Ho eccepito all’Agenzia delle Entrate che questa duplicazione di rimborsi fiscali in realtà non c’è stata.
Con quali documenti l’Agenzia delle Entrate può sostenere l’avvenuta erogazione di un rimborso IRPEF ed in questo caso la duplicazione del medesimo rimborso fiscale ? Sono sufficienti i dati forniti per via telematica dall’anagrafe tributaria dell’Agenzia delle Entrate ovvero dal conto fiscale istituito presso il concessionario della riscossione (Equitalia) ?

Ovvero l’Agenzia delle entrate per dimostrare la duplicazione del rimborso deve esclusivamente produrre la ricevuta di pagamento ? I dati dell’anagrafe tributaria non potrebbero essere privi di autenticità ??? Cosa ne pensa a tal proposito, avvocato ???



RISPOSTA



Esaminiamo cosa prevede la giurisprudenza della Corte di Cassazione … Secondo i supremi giudice della Corte di Cassazione (ordinanza del 13 dicembre 2012 n. 23003), per chiedere a mezzo di cartella esattoriale, il recupero di un rimborso erogato due volte, l’Agenzia delle Entrate deve produrre al contribuente, a dimostrazione del suo diritto di procedere in via esecutiva, con emissione del ruolo e con notifica della cartella esattoriale, esclusivamente le due ricevute di pagamento che dimostrino, inequivocabilmente, la duplicazione del rimborso.

Non è sufficiente a tal fine, produrre soltanto i dati forniti dalla banca dati dell’anagrafe tributaria. Tali dati infatti non possono garantire l’autenticità delle risultanze in possesso dell’Agenzia delle Entrate.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale