Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Esternalizzazione funzioni pubbliche a seguito convenzione con soggetto privato





buonasera, vorrei sapere : Una pubblica amm.ne ha la necessita' di esternalizzare un dato servizio, nel mio caso la gestione del termico/sanitario degli immobili di proprietà' comunale.
La domanda è: insieme al servizio, l'amm.ne può comandare un dipendente a lavorare per il periodo di 6 anni (scadenza convenzione) con la ditta affidataria della convenzione, pur mantenendo il rapporto contrattuale (stipendio, ferie, luogo di base lavorativa ecc ecc, in pratica il dipendente resta in organico all'amm.ne stessa) 

In definitiva: si può comandare un dipendente pubblico presso una ditta privata?(nell'ambito del solo territorio c.le). Grazie saluti 



RISPOSTA



Confermo che l'amministrazione pubblica può comandare il dipendente presso la ditta privata firmataria della convenzione o aggiudicataria della gara di appalto, ai sensi dell'articolo 31 del testo unico pubblico impiego, decreto legislativo 165 del 2001 (previa informazione preventiva ai sindacati e consultazione degli stessi).

Art. 31. Passaggio di dipendenti per effetto di trasferimento di attività.

1. Fatte salve le disposizioni speciali, nel caso di trasferimento o conferimento di attività, svolte da pubbliche amministrazioni, enti pubblici o loro aziende o strutture, ad altri soggetti, pubblici o privati, al personale che passa alle dipendenze di tali soggetti si applicano l'articolo 2112 del codice civile e si osservano le procedure di informazione e di consultazione di cui all'articolo 47, commi da 4, della legge 29 dicembre 1990, n. 428.

Il principio giuridico di cui all'articolo 2112 del codice civile, ossia il dipendente “segue” la mansione svolta in caso di passaggio di funzioni a soggetti anche privati, si applica anche al pubblico impiego. La Corte dei conti Lombardia, con sentenza 987 del 2009, ha ribadito l'obbligo di re-internalizzare i dipendenti pubblici, trasferiti in precedenza presso il soggetto privato, al termine della convenzione, a patto che tali soggetti siano stati assunti con concorso nella P.A. In ottemperanza all'articolo 97 della Costituzione.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale