Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Uso improprio tagliando per disabili non è reato di sostituzione di persona





Buongiorno ho commesso un infrazione. Ho parcheggiato nello spazio per disabili con un tagliando scaduto appartenuto a mia madre deceduta. Ora devo andare dai vigili per il verbale, ho letto online che alcune senteze hanno escluso la rilevanza penale, ne volevo conferma. Poi chiedo se ammettendo la violazione devo comunque presentare il tagliando scaduto o se mi conviene non farlo. Grazie



RISPOSTA



Posso escludere la rilevanza penale del tuo comportamento, in considerazione di quanto espresso dalla corte di cassazione penale, sez. II, con sentenza 17/06/2011 n° 24454 .
Non si configura il reato di sostituzione di persona, di cui all'articolo 494 del codice penale, nel caso “de quo”, in quanto “il permesso invalidi non rappresenta un provvedimento di carattere personale, bensì attesta la caratteristica di un autoveicolo”.
A fronte dell'abuso di cui alla presente consulenza, ti sarà comminata soltanto la sanzione di natura amministrativa riconducibile alla previsione di cui all’art. 188 del codice della strada, stante la natura di illecito meramente amministrativo della tua condotta. Il contenuto sostanziale della sentenza della cassazione è applicabile anche nel caso in cui l'invalido sia deceduto al momento della contestazione dell'infrazione. Il permesso invalidi non può mai essere considerato un provvedimento di carattere personale !

… nemmeno in questo caso !

Art. 188 codice della strada. Circolazione e sosta dei veicoli al servizio di persone invalide. 

1. Per la circolazione e la sosta dei veicoli al servizio delle persone invalide gli enti proprietari della strada sono tenuti ad allestire e mantenere apposite strutture, nonché la segnaletica necessaria, per consentire ed agevolare la mobilità di esse, secondo quanto stabilito nel regolamento.

2. I soggetti legittimati ad usufruire delle strutture di cui al comma 1 sono autorizzati dal sindaco del comune di residenza nei casi e con limiti determinati dal regolamento e con le formalità nel medesimo indicate.

3. I veicoli al servizio di persone invalide autorizzate a norma del comma 2 non sono tenuti all'obbligo del rispetto dei limiti di tempo se lasciati in sosta nelle aree di parcheggio a tempo determinato.

4. Chiunque usufruisce delle strutture di cui al comma 1, senza avere l'autorizzazione prescritta dal comma 2 o ne faccia uso improprio, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 84 a euro 335.

5. Chiunque usa delle strutture di cui al comma 1, pur avendone diritto, ma non osservando le condizioni ed i limiti indicati nell'autorizzazione prescritta dal comma 2 è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 41 a euro 168.

La decisione circa la riconsegna del tagliando scaduto, non dipende certamente dalla tua valutazione discrezionale, poiché i vigili, al momento della redazione del verbale per l'infrazione di cui sopra, pretenderanno, a norma di legge, la restituzione del tagliando scaduto; consiglio pertanto di portare il tagliando scaduto con te, al momento della redazione del verbale.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale