Concorso assistente giudiziario scorrimento idonei riserva per categoria protette





Salve, Io sono risultata idonea non vincitrice del recente concorso per assistente giudiziario. Sono inoltre in possesso di titolo di riserva in quanto invalida civile. Nel suddetto concorso è stata applicata una riserva di posti pari al 7%, come previsto dalla legge 68/99.

RISPOSTA



In conformità a quanto previsto dall'articolo 3 comma 1 della legge 68 del 1999:

Art. 3. (Assunzioni obbligatorie. Quote di riserva).

1. I datori di lavoro pubblici e privati sono tenuti ad avere alle loro dipendenze lavoratori appartenenti alle categorie di cui all'articolo 1 nella seguente misura:
a) sette per cento dei lavoratori occupati, se occupano più di 50 dipendenti;
b) due lavoratori, se occupano da 36 a 50 dipendenti;
c) un lavoratore, se occupano da 15 a 35 dipendenti.



Vorrei sapere se, in visione del futuro scorrimento della graduatoria di 600 posti già disposto, la legge prevede che venga altresì applicata la quota di riserva per i disabili secondo la legge 68/99; o se la riserva di posti è prevista solo per i posti messi a concorso e non per i futuri scorrimenti.

RISPOSTA



La riserva di posti a favore delle categorie protette, fa riferimento all'intero contingente dei lavoratori impiegato dal datore di lavoro pubblico e privato.

In concreto, se un datore di lavoro pubblico occupa 1000 dipendenti, almeno 70 devono appartenere alle categorie protette.

Di conseguenza, se il datore di lavoro pubblica un bando di concorso per 200 posti, dovrà prevedere una riserva di 14 posti per le categorie protette.

… e se successivamente, dovesse procedere allo scorrimento della graduatoria per ulteriori 100 posti, dovrà prevedere un'ulteriore riserva di 7 posti per la categorie protette.

Ripeto: la riserva di posti di cui alla legge 68 del 1999 fa riferimento all'intero contingente dei lavoratori impiegato dal datore di lavoro pubblico e privato.



Vorrei sapere se il requisito della legge 104 per la preferenza nella scelta delle sedi si deve avere al momento del bando o anche al momento dell'assunzione. Grazie

RISPOSTA



Anche al momento dell'assunzione, ai sensi dell'articolo 33 comma 5 della legge 104 del 1992; a patto che il riconoscimento, ai sensi della legge 104/92, abbia la connotazione di gravità di cui al comma 3 del predetto articolo 33.

5. Il lavoratore di cui al comma 3 ha diritto a scegliere, ove possibile, la sede di lavoro più vicina al domicilio della persona da assistere e non può essere trasferito senza il suo consenso ad altra sede.

ATTENZIONE: il comma 5 contiene il lessema OVE POSSIBILE … ossia nel caso in cui ci siano posti vacanti nella dotazione organica degli uffici giudiziari, ubicati nelle vicinanze della residenza anagrafica del lavoratore, invitato a stipulare il contratto di lavoro con l'ente pubblico.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: