Riabilitazione penale per partecipare al concorso pubblico





Gentile Avvocato, a novembre 2007 fa venni fermato da una pattuglia dei Carabinieri e, in seguito ad esame delle urine, risultati positivo all'uso del THC. A settembre 2008 venni condannato per violazione del codice 187 del Codice della Strada.
Dato che ho la necessità di partecipare ad alcuni concorsi pubblici, quello che vorrei sapere è se la mia condanna rientra nell'istituto giuridico della "non menzione della condanna nel casellario giudiziale" (poiché la mia condanna non supera né i due anni di pena detentiva né i 516 euro di pena pecuniaria, oltre a essere la prima e unica condanna) o se debba rivolgermi ad un avvocato del Foro di XXXXX (mia provincia di residenza) per intraprendere la Riabilitazione penale.

Cordialmente



RISPOSTA



Occorre presentare istanza al giudice dell'esecuzione affinché dichiari estinto il reato, ai sensi dell’art. 445 c. 2 o 460 c.5 del codice di procedura penale.

Mi spiego meglio. Nel caso di decreto penale, il reato è estinto se nel termine di cinque anni, quando il decreto concerne un delitto, ovvero di due anni, quando il decreto concerne una contravvenzione, l'imputato non commette un delitto ovvero una contravvenzione della stessa indole.
Il decreto penale, divenuto irrevocabile, viene iscritto al Casellario; nonostante l'estinzione per il decorso del tempo, il decreto penale non comparirà sul certificato richiesto da privati, ma comparirà invece nei certificati richiesta dalle Pubbliche Amministrazioni e per ragioni di giustizia. Il Casellario, decorsi i termini previsti dalla legge senza ulteriore commissione di reato (5 anni in caso di delitto ovvero 2 anni in caso di contravvenzione), non provvede d’ufficio ad effettuare annotazione in calce all’iscrizione relativa al decreto penale. L'interessato quindi può (e deve … ) presentare ricorso al giudice dell'esecuzione per fare dichiarare l'estinzione del reato; se lo stesso accoglie l’istanza e dichiara estinto il reato ai sensi dell’art. 445 c. 2 o 460 c.5 c.p.p., viene inviato di conseguenza il foglio complementare al Casellario competente che provvede all’annotazione nella scheda relativa alla dichiarata estinzione del reato.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

PS. nel tuo caso si tratta di reato contravvenzionale, quindi l'arco di tempo necessario per procedere con istanza di estinzione del reato è di anni due. Alla domanda da presentare al giudice dell'esecuzione, occorre allegare copia del decreto penale di condanna.

Fonti: