Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Non è possibile avere due rapporti di lavoro subordinato a tempo pieno contemporaneamente





Ho un lavoro a tempo indeterminato da 40 ore full-time lunedì venerdì, mercoledì 26 aprile 2017 vorrei firmare un altro contratto da 40 ore con un'altra azienda , lavorare giovedì e venerdì per la nuova azienda e poi se mi trovo bene con il nuovo lavoro andare sabato a dare le dimissioni alla mia vecchia azienda , lo posso fare?



RISPOSTA



No.
Te lo impedisce l'articolo 4 comma 2 del decreto legislativo n. 66 del 2003.
Non è legale lavorare ottanta ore la settimana !!!

Art. 4. Durata massima dell'orario di lavoro

1. I contratti collettivi di lavoro stabiliscono la durata massima settimanale dell'orario di lavoro.

2. La durata media dell'orario di lavoro non puo' in ogni caso superare, per ogni periodo di sette giorni, le quarantotto ore, comprese le ore di lavoro straordinario.

Te lo impedisce altresì, l'articolo 2105 del codice civile, ossia l'obbligo di fedeltà del lavoratore subordinato, nei confronti del datore di lavoro.

Art. 2105 del codice civile. Obbligo di fedeltà.
Il prestatore di lavoro non deve trattare affari, per conto proprio o di terzi, in concorrenza con l'imprenditore, né divulgare notizie attinenti all'organizzazione e ai metodi di produzione dell'impresa, o farne uso in modo da poter recare ad essa pregiudizio.



Questa cosa la vorrei fare per poter provare il nuovo lavoro prima di lasciare quello vecchio tengo a precisare che la settimana da 24 fino a venerdì 28 aprile sarei in malattia con la vecchia azienda per poter andare giovedì e venerdì a lavorare per la nuova .



RISPOSTA



Se sono queste le tue intenzioni, ti consiglio di lavorare in nero per la nuova azienda, prima di prendere la tua decisione.



Sia l'azienda vecchia che la nuova si possono accorgere di tutto questo , cioè al momento che la nuova azienda fa i documenti e tutta la burocrazia che serve per assumermi può accorgersi che io sono ancora assunto presso la vecchia azienda ?o al contrario la vecchia azienda accorgersi che sono stato assunto presso un'altra azienda ?



RISPOSTA



Cinque secondi dopo che la nuova azienda avrà comunicato la tua assunzione all'INPS, si accorgeranno che hai già un rapporto di lavoro a tempo pieno di 40 ore settimanali.
Quindi il nuovo rapporto di lavoro non si costituirà e tu, tra le altre cose, non farai nemmeno una bella figura con il nuovo datore di lavoro; con l'aggravante di tornare dal vecchio datore di lavoro a capo chino, datore di lavoro che ti licenzierà per giusta causa, per violazione dell'articolo 2105 del codice civile.



Le dimissioni on line che dal 2017 bisogna fare sul sito dell'inps le posso fare anche solo online senza andare in azienda a consegnare direttamente la lettera di dimissioni? Questo lo chiedo perchè essendo che andrò a fare l'autista di camion per la nuova azienda e può essere che sabato non rientro e quindi sarei impossibilitato ad andare di persona a portare la lettera di dimissioni.
Oppure posso non andare più in azienda e dopo 3 giorni di assenza ingiustificata parte in automatico il licenziamento ?



RISPOSTA



Non è necessario recarsi di persona dal vecchio datore di lavoro, per rassegnare le dimissioni, tuttavia occorre rispettare il periodo di preavviso di dimissioni, contrattualmente previsto. Non puoi dimetterti dall'oggi al domani … qual è il tuo contratto collettivo ? Vorrei esaminarlo per capire la durata del periodo di preavviso di dimissioni. A mio parere, dovrai concedere al datore di lavoro, almeno un preavviso di 15 giorni, prima di rassegnare le dimissioni !

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: