La scuola ha l'obbligo di riconvocare gli insegnanti in posizione antecedente in graduatoria





Buongiorno Avv.to, ho bisogno di una consulenza riguardo alla questione che descrivo sotto: ho accettato una supplenza breve (cdc b021 fino al 30 ottobre), dalla II fascia d'istituto, adesso le scuole stanno continuando a convocare scorrendo le graduatorie.
Su posti vacanti nominano comunque fino ad avente diritto ( FAD) ed io non posso accettare perché non è possibile lasciare supplenza breve per una FAD.
La mia domanda è: prima che le FAD vengono trasformate in supplenze fino a fine lezioni, le scuole hanno l'obbligo di riconvocare se c'è qualcuno prima in graduatoria con contratto a termine o inoccupato?

Al momento mi hanno superato, convocando persone molto dopo di me. Nel caso in cui non mi riconvocano posso contestare? In che modo? Grazie per la cortese risposta Nella normativa supplenze dove specifica le caratteristiche dei contratti FAD ( Fino avente diritto)

RISPOSTA



La normativa di riferimento è il REGOLAMENTO SUPPLENZE DEL MIUR, IN PARTICOLARE L'ARTICOLO 8: la normativa non è affatto chiara, quindi spesso occorre risolvere singoli casi pratici, ricorrendo a deduzioni logico-giuridiche.

D.M. del 13 giugno 2007

A) Premesso che per costante orientamento del MIUR, è sempre consentito lasciare una supplenza “in attesa dell'avente titolo” per accettarne altra attribuita a titolo definitivo. Ne deriva una costante situazione di convocabilità per supplenze a titolo definitivo nei riguardi di coloro che siano già impegnati per supplenze “in attesa dell'avente titolo”.

B) Premesso che l'articolo 7 comma 2 del regolamento prevede che ai fini del conferimento di incarichi di supplenza, debbano essere “interpellati esclusivamente gli aspiranti che, ai sensi delle disposizioni del presente Regolamento, si trovino nelle condizioni di accettare, anche parzialmente ai fini del completamento di orario, la tipologia di supplenza offerta”

C) Premesso che non è possibile lasciare supplenza breve (a tempo determinato) per una FAD

Tanto premesso e considerato, prima che le FAD vengono trasformate in supplenze “fino a fine lezioni”, le scuole hanno l'obbligo di riconvocare il soggetto avente posizione più alta in graduatoria, già sottoscrittore di incarico di supplenza a termine, a patto che il termine della supplenza sia antecedente al 30 aprile; se il termine della supplenza è successivo al 30 aprile, il supplente potrebbe lasciare una supplenza a tempo determinato, conferita da Graduatorie di istituto, soltanto per una attribuita da Graduatorie ad esaurimento. Le scuole hanno certamente l'obbligo di riconvocare l'inoccupato avente posizione poziore in graduatoria, al momento della trasformazione della supplenza FAD.

Nota bene cosa prevede l'articolo 7 comma 4:

“Per ragioni di continuità didattica, ove al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro, o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto solo da giorno festivo o da giorno libero dall’insegnamento, ovvero da entrambi, la supplenza temporanea viene prorogata nei riguardi del medesimo supplente già in servizio, a decorrere dal giorno successivo a quello di scadenza del precedente contratto”.


Non si può confermare un supplente FAD “fino a fine anno”, in danno di soggetti aventi posizione poziore in graduatoria inoccupati oppure “occupati” ma con termine di scadenza antecedente il 30 aprile (articolo 8 comma 2), giacché per ragioni di continuità didattica, la proroga è normativamente prevista soltanto per gli incaricati di supplenze a termine.
In concreto, avendo tu una supplenza a termine – con scadenza 24 ottobre, hai diritto di essere riconvocato quando le FAD si trasformeranno in supplenze “fino a fine anno”. Se la tua supplenza avesse come termine il 5 maggio 2018, non avresti invece diritto alla riconvocazione!

Perché le scuole non procedono alla riconvocazione? Per ragioni di continuità didattica, applicano l'articolo 7 comma 4 del regolamento, anche ai supplenti FAD, ma se leggi bene la norma, la proroga si applica soltanto ai titolari di supplenze a termine.
Molte scuole invece non riconvocano gli aventi diritto esclusivamente per pigrizia mentale dei funzionari!

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.