Realizzazione muro di cinta interamente sulla proprietà di chi lo realizza





Il confine tra la mia proprietà e quella del vicino è delimitata ad un muretto di altezza variabile tra 1,20 m e 1,50 m, di proprietà del vicino.
Le distanze tra le case sono regolamentari. Chiedo se per ragioni di sicurezza e di riservatezza posso costruire un mio muro (a mie spese) in aderenza a quello esistente, se mi è possibile realizzare una altezza massima di 3 m e se l'estensione del nuovo muro deve necessariamente coprire l'intero confine o anche solo una parte di esso.
Attualmente per ragioni di riservatezza ho realizzato una siepe di arbusti posti a 0,80 m dal muretto esistente (quest'ultimo di proprietà del vicino), posso, in alternativa alla costruzione del nuovo muro, mantenere un'altezza massima di questa siepe di 2,50 m. Grazie per la risposta"



RISPOSTA



Nulla ti impedisce di realizzare un muro di cinta. Non è nemmeno necessario un premesso di costruire, ma è sufficiente una SCIA presentata da un geometra - ingegnere abilitato, all'ufficio tecnico comunale (lo prevede una sentenza del Consiglio di Stato la n. 10/2016 del 4 gennaio).
Presentata la SCIA potresti iniziare il manufatto anche il giorno successivo …

A patto che si tratti di un muro di cinta realizzato interamente sulla tua proprietà.
Un muro può essere qualificato come muro di cinta quando ha determinate caratteristiche:
– destinazione a recingere una determinata proprietà,
– altezza non superiore a tre metri,
– emerge dal suolo ed ha entrambe le facce isolate dalle altre costruzioni.

L'estensione del muro può anche riguardare una parte dello stesso confine, a patto che il muro sia realizzato in aderenza, senza lasciare intercapedini e sia posizionato interamente sulla tua proprietà. Quanto meno da un punto di vista giuridico, questa soluzione è fattibile; non posso esprimermi da un punto di vista tecnico, non avendo le competenze di un ingegnere civile.

La distanza dal confine per gli arbusti è di 50 centimetri, come da articolo 892 del codice civile.
Se sono posizionati a 80 cm dal confine, nessuno avrà nulla da replicare.

Confermo la possibilità di elevare la siepe a due metri e mezzo; in mancanza di "usanze o discipline comunali" lo stesso art. 892 del codice civile prevede "altezza non maggiore di due metri e mezzo”, relativamente alle siepi.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: