Nuovo prestito del debitore per ottenere liquidità





Pregiatissimo studio, scrivo per un quesito, leggermente preoccupato, anche se forse sono troppo precipitoso nel preoccuparmi. A metà di questo mese contattavo la finanziaria Beta, con cui avevo un prestito in corso, per ottenere un nuovo prestito, che mi consentisse di avere liquidità.
Mi veniva risposto che, avendo in corso anche altro prestito con la finanziaria Alfa, per poter ottenere tale nuovo prestito si poteva estinguerli tutti e due con un unico prestito Beta.
Non avendo il conteggio a disposizione, e dubbioso sull'esito favorevole della mia richiesta, per non recarmi in altra città, nel Centro Clienti Alfa a me più vicino, ho inviato a Beta il contratto di prestito, con relativi interessi, a suo tempo sottoscritto con Alfa. Fatte le opportune considerazioni, e calcolato il debito presunto Alfa, Beta mi concedeva un prestito, con addebito su c/c (prima rata gennaio 2018) di euro 67.500 ( per dieci anni di rimborso ), così suddivisi: 13.771, 44 euro per estinzione loro precedente prestito; 48.316,57 euro per estinzione prestito Agos; 5.411,99 euro, rimanente bonificato a mio favore.
Il conteggio effettuato da Beta, sulla base della lettera di finanziamento Alfa, era però errato. Mi sono fatto fare, qualche giorno dopo, da Alfa la lettera di conteggio per estinzione del loro finanziamento, che risultava essere di 38.975,82 euro. In poche parole Beta ha inviato un bonifico di novemila euro più alto. Tale somma, rientrante nei 67.500 euro di prestito concessomi, e che inizierò a rimborsare a gennaio, è pacifico che spetti a me, ma allo stato non ne posso avere l'utilizzo !!! Contattata Beta, mi è stato detto che loro il bonifico lo hanno fatto ( ho la lettera con i conteggi ), ma il servizio clienti Alfa, pur confermandomi che il loro prestito risulta estinto anticipatamente, il 24.11.2017, non mi ha saputo dire di questi novemila euro !!! Del resto nella loro area clienti, vedo solo il prestito saldato, ma non i movimenti, con l'importo del bonifico versato loro da Beta.

A questo punto i miei novemila euro, cifra non da poco, quando li vedrò?

Devo preoccuparmi?

Minacciare di adire le vie legali?

Alfa e Beta sono due aziende nazionali, credo serie, e non penso giochino con una tale somma, con un furto a mio danno o appropriazione indebita....

Anche perché a che titolo Alfa può trattenere (ragioni di contabilità interna?) una somma che spetta a me, e magari bonificarmela tra qualche settimana ??? Gradirei sapere come muovermi.

 

RISPOSTA



In concreto, Beta ha bonificato a favore di Alfa, a titolo di estinzione anticipata del prestito, una somma pari a 48.316,57 euro, anziché pari a 38.975,82 euro.

Ci sono quindi circa 9.000 euro di differenza tra il dovuto ed il versato … una somma non dovuta alla Alfa, pagata da Beta, a seguito di un loro errore materiale di calcolo!

Cosa prevede il codice civile in questo caso? Dobbiamo fare riferimento all'articolo 2033 del codice civile, in materia di indebito oggettivo. Art. 2033 del codice civile. Indebito oggettivo.

Chi ha eseguito un pagamento non dovuto ha diritto di ripetere ciò che ha pagato. Ha inoltre diritto ai frutti e agli interessi dal giorno del pagamento, se chi lo ha ricevuto era in mala fede, oppure, se questi era in buona fede, dal giorno della domanda.

Leggiamo con attenzione la norma di legge:

-Chi ha eseguito un pagamento non dovuto … ossia la finanziaria Beta

-ha diritto di ripetere ciò che ha pagato … ossia la somma in eccesso di 9.000 euro

-ha diritto ai frutti e agli interessi dal giorno del pagamento … quindi la finanziaria Alfa non avrebbe alcun interesse a trattenere indebitamente tale somma di denaro, visto che dal giorno del pagamento decorrono gli interessi legali!

Tanto premesso, spetta alla finanziaria Beta chiedere alla finanziaria Alfa, il rimborso della somma versata in eccesso pari a 9.000 euro.

Il debitore, nei confronti della Beta, attualmente, ha un debito pari a 67.500 euro meno la somma di 9000 euro, versata in eccesso!

Dal mese di gennaio, dovrai iniziare a versare le rate relative al rimborso del finanziamento; prima di versare la prima rata, consiglio di scrivere alla Beta una raccomandata a/r, invitando la finanziaria alla richiesta di rimborso della somma versata in eccesso alla Alfa, ai sensi dell'articolo 2033 del codice civile, trattandosi di un indebito oggettivo, con l'espresso avvertimento che restituirai alla Beta, soltanto la somma di 67.500 euro ... meno la somma di 9000 euro, versata in eccesso a tuo discapito !
Tutto ciò in considerazione di due presupposti di fatto:

-l'errore di calcolo è stato commesso della Beta e non dal debitore

-il pagamento "in eccesso" è stato effettuato dalla Beta, quindi il debitore non avrebbe alcun titolo giuridico per chiedere direttamente alla Alfa, il rimborso della somma di 9.000 euro. Il debitore ha semplicemente diritto di corrispondere alla Beta, una somma pari a 67.500 euro meno appunto 9000 euro … e se la Beta pretenderà in modo illecito, l'intera somma pari a 67.500 euro, il debitore adirà le vie legali nei confronti della Beta, in considerazione della sua illecita pretesa.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: