Sposarsi in separazione dei beni se il marito ha debiti con il fisco





Buongiorno sono a chiedere visto che mi vorrei sposare ma ho dei debiti con il fisco per fare in modo che non si attaccano a mia moglie cosa dovrei fare ? separazione dei beni ? come mi devo comportare ? Grazie

 

RISPOSTA



Esatto, consiglio di sposarti optando per il regime patrimoniale-familiare della separazione dei beni. Occorre dichiarare all'ufficiale di stato civile ovvero al sacerdote nelle vesti di ufficiale di stato civile (in caso di matrimonio concordatario) che i coniugi optano per il regime della separazione dei beni.

Sia chiaro … anche optando per il regime della comunione legale, i beni di cui sono proprietari i coniugi prima delle nozze, restano beni personali dei coniugi!
Se la tua futura moglie è già proprietaria di una casa … anche in caso di matrimonio in comunione dei beni, Equitalia non potrà pignorare tale immobile!

… ed allora, quando potrebbe sorgere il problema ?!
In caso di acquisti posti in essere dai coniugi, successivamente al matrimonio.

Se deciderete di acquistare una casa, in regime di comunione dei beni, tale immobile sarà cointestato ai due coniugi, quindi pignorato al 50% da Equitalia.

Se deciderete di acquistare una casa, in regime di separazione dei beni, tale immobile potrà essere intestato soltanto a tua moglie … con tanti saluti ad Equitalia!

Le norme di riferimento sono due: l'articolo 177 e l'articolo 179 del codice civile. Come puoi vedere i beni di cui si è proprietari prima del matrimonio, così come i beni donati oppure ereditati, sono beni personali a prescindere dalla separazione o comunione dei beni.

Il vero problema saranno gli acquisti posti in essere in costanza di rapporto coniugale.

Art. 177 del codice civile. Oggetto della comunione.
Costituiscono oggetto della comunione:
a) gli acquisti compiuti dai due coniugi insieme o separatamente durante il matrimonio, ad esclusione di quelli relativi ai beni personali;
b) i frutti dei beni propri di ciascuno dei coniugi, percepiti e non consumati allo scioglimento della comunione;
c) i proventi dell'attività separata di ciascuno dei coniugi se, allo scioglimento della comunione, non siano stati consumati;
d) le aziende gestite da entrambi i coniugi e costituite dopo il matrimonio.
Qualora si tratti di aziende appartenenti ad uno dei coniugi anteriormente al matrimonio ma gestite da entrambi, la comunione concerne solo gli utili e gli incrementi.

Art. 179 del codice civile. Beni personali.
Non costituiscono oggetto della comunione e sono beni personali del coniuge:
a) i beni di cui, prima del matrimonio, il coniuge era proprietario o rispetto ai quali era titolare di un diritto reale di godimento;
b) i beni acquisiti successivamente al matrimonio per effetto di donazione o successione, quando nell'atto di liberalità o nel testamento non è specificato che essi sono attribuiti alla comunione;
c) i beni di uso strettamente personale di ciascun coniuge ed i loro accessori;
d) i beni che servono all'esercizio della professione del coniuge, tranne quelli destinati alla conduzione di una azienda facente parte della comunione;
e) i beni ottenuti a titolo di risarcimento del danno nonché la pensione attinente alla perdita parziale o totale della capacità lavorativa;
f) i beni acquisiti con il prezzo del trasferimento dei beni personali sopraelencati o col loro scambio, purché ciò sia espressamente dichiarato all'atto dell'acquisto.

Non sarebbe nemmeno una cattiva idea, mantenere la residenza anagrafica separata da tua moglie. Considera che sussiste un rischio minimo di pignoramento, da parte di Equitalia, dei beni mobili presenti nella casa di residenza del debitore, da parte dell'ufficiale della riscossione.
Mi riferisco a tappeti di valore, oro, denaro, quadri, elettrodomestici nuovi e di un certo valore commerciale etc etc

Se tu risultassi residente anagraficamente presso un'abitazione scarna e poco arredata, mentre tua moglie fosse residente nella vostra effettiva casa familiare … non sarebbe poi una cattiva idea !

Ah … evitate di aprire un conto corrente bancario cointestato ovviamente …

Non ho altri consigli da darti, penso che sia sufficienti questi.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: