Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Successione btp e cedole maturate successivamente alla morte del de cuius





Buongiorno, volevo porvi il mio quesito riguardante la mia posizione di ereditiera (la terza delle tre).
Il de cuius ha scritto il suo testamento olografo intestando alla sua morte a me dei btp del 1949 con cedole annuali con scadenze febbraio e agosto, mentre alle altre due ereditiere il contante sul suo conto corrente. Siccome il de cuius è venuto a mancare il 13/09/2017 e il testamento è stato registrato a febbraio 2018,ed ancora oggi essendoci di mezzo un esecutore testamentario non siamo riusciti per vari motivi ad avere la nostra eredità che a detta del curatore sarà liquidata i primi di settembre 2018, volevo sapere se i proventi delle cedole dei miei btp con scadenza febbraio e agosto che sono andati a finire ormai sul conto corrente(cioè nel l'eredità delle altre sue signore) devono essermi restituiti oppure fanno parte dell'eredità del conto corrente e quindi ormai non più mie?
Ringraziandovi anticipatamente vi porgo cordiali saluti

 

RISPOSTA



Devono esserti restituiti!
Ti farò un esempio molto concreto per spiegarti cosa avviene al momento dell'apertura della successione, ai sensi dell'articolo 456 del codice civile. L'esecutore testamentario, il giorno del decesso del “de cuius”, scatta una foto del suo asse ereditario!

Art. 456 del codice civile. Apertura della successione.
La successione si apre al momento della morte, nel luogo dell'ultimo domicilio del defunto.


In base a quella ipotetica foto, avendo tu accettato l'eredità dopo la pubblicazione del testamento, in considerazione dell'efficacia retroattiva dell'accettazione dell'eredità … praticamente è come se i btp fossero di tua proprietà dall'attimo successivo alla morte del testatore!
L'art. 459 del codice civile sancisce che l’eredità si acquista mediante accettazione e che, se manifestata dal soggetto chiamato all'eredità, la stessa si intende espressa sin dal momento dell’apertura della successione (efficacia retroattiva dell’accettazione).
Se i btp sono di tua proprietà dall'attimo successivo al decesso del “de cuius” … di chi saranno le cedole di febbraio e agosto ? Saranno del titolare dei btp.
Sono cadute sul conto corrente le cui risorse sono state ereditate da altri eredi testamentari?!
Ma nella foto del conto corrente, all'apertura della successione … non c'era traccia di quelle cedole!!!
Ti è chiaro il concetto dell'efficacia retroattiva dell’accettazione dell'eredità?! Fermiamo il tempo, scattando una foto dell'asse ereditario al momento della morte del "de cuius", e regoliamoci di conseguenza per quanto riguarda le cedole di febbraio e agosto.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: