Diritto privato - Appartamento riscattato da Istituto Autonomo Case Popolari. Vendita della casa popolare.

Alberto da Porto Recanati(MC):

 

Gentile Avvocato mia madre vedova di 90 anni due anni fá ha riscattato un appartamento di proprietá dell’IACP. (Istituto Autonomo Case Popolari) di Ascoli P. Questo appartamento é stato deliberato dalla legge del 24 Dicembre 1993, n.560 sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale Anno, 134 – Numero 306. Nel’ Art.20 della legge é dove sono interessato. In caso di decessione di mia madre prima dei dieci anni é possibile vendere l’immobile?

 

 

avvocato gratis risponde

Non è possibile, in ogni caso, vendere l’immobile prima del termine di dieci anni dalla data di registrazione del contratto di acquisto. L’erede dell’acquirente deceduto non potrebbe vendere l’immobile in quanto, a seguito del decesso, egli subentra negli stessi obblighi dell’acquirente. L’articolo 1, comma 20, della legge n. 560 del 24/12/1993, configura il divieto di alienazione dell’immobile, come un obbligo di natura reale e non personale che riguarda essenzialmente l’alloggio e non la persona fisica dell’acquirente; è irrilevante pertanto, il decesso dell’acquirente e la conseguente successione ereditaria. La norma infatti, recita: “gli alloggi e le unità immobiliari acquistati ai sensi della presente legge non possono essere alienati, anche parzialmente, per un periodo di dieci anni dalla data di registrazione del contratto d’acquisto…”. Il soggetto del periodo è l’immobile, descritto nella suddetta legge. Se il legislatore avesse previsto una norma del tipo “l’acquirente degli alloggi e delle unità immobiliari non può alienare gli immobili entro un termine di dieci anni dalla data di registrazione del contratto d’acquisto”, ponendo, come soggetto del periodo, l’acquirente, l’erede avrebbe potuto vendere l’immobile, anche prima del termine decennale.