Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.


 

Recesso contratto con agenzia immobiliare. L'agenzia si è obbligata ad acquistare l'immobile.



Roberto da Bergamo:

 

Buongiorno Avvocati, Vorrei sottoporre un caso per me molto importante e urgente. Ho conferito ad un'Agenzia immobiliare l'incarico di vendita della mia attuale abitazione ad un prezzo concordato. Il mandato, in escusiva, prevede che, se entro una data prefissata (coincidente con la data di conegna di un nuovo fabbricato da me acquistato tramite la stessa Agenzia), l'immobile non sarà stato venduto, l'Agenzia si obbligherà lei stessa a ritirare l'immobile al prezzo convenuto. Poichè l'immobile non è stato ancora venduto e la data di consegna della nuova abitazione è imminente, gradirei sapere, qualora l'Agenzia non provvedesse al ritiro dell'immobile, come procedere ed eventualmente i tempi previsti per l'incasso. Ringrazio anticipatamente per una Vostra cortese risposta.

 

avvocato gratis risponde



Riassumo sinteticamente lo svolgimento dei fatti:

hai stipulato un contratto di mandato (articolo 1703 del codice civile: il mandato è il contratto col quale una parte si obbliga a compiere uno o più atti giuridici per conto dell’altra) con un’Agenzia immobiliare, un contratto a prestazioni corrispettive, con cui le parti hanno stabilito reciproci obblighi e diritti.

Ipotizziamo che l’Agenzia si renda inadempiente nei tuoi confronti, rifiutandosi di “ritirare” l’immobile, nell’eventualità in cui non riesca a venderlo, entro la data indicata nel contratto di mandato; il codice civile mette a tua disposizione per tutelare le tue ragioni, i seguenti strumenti.

La norma fondamentale è l’articolo 1453 del codice civile (Della risoluzione per inadempimento/Risolubilità del contratto per inadempimento):

Nei contratti con prestazioni corrispettive, quando uno dei contraenti non adempie le sue obbligazioni, l’altro può a sua scelta, chiedere l’adempimento o la risoluzione del contratto, salvo in ogni caso il risarcimento del danno.

Se l’agenzia non acquista l’immobile pertanto, potrai, con l’assistenza di un avvocato, chiedere all’autorità giudiziaria, la risoluzione del mandato ed il relativo risarcimento dei danni, ovvero potrai fare ricorso al Tribunale per ottenere, ai sensi dell’articolo 2932 del codice civile (Esecuzione specifica dell’obbligo di concludere un contratto), una sentenza che produca gli effetti del contratto non concluso, oltre al risarcimento dei danni. In parole povere, il giudice con una sentenza costitutiva, obbligherà l’Agenzia immobiliare ad acquistare l’immobile che non è stato venduto entro la data stabilita, e la condannerà a risarcire tutti i danni che hai subito a seguito dell’inadempimento della controparte.

La scelta tra la risoluzione del contratto ed il ricorso per ottenere la suddetta sentenza costitutiva spetta a te (ti consiglio la seconda opzione).

Vorrei avvisarti che, ai sensi dell’articolo 1453, II comma “la risoluzione può essere domandata anche quando il giudizio è stato promosso per ottenere l’adempimento (ossia la suddetta sentenza costitutiva); ma non può più chiedersi l’adempimento quando è stata domandata la risoluzione”

Nelle more dell’eventuale processo (sia il giudizio per chiedere la risoluzione che quello per ottenere l’adempimento della controparte) potrai tutelare le tue ragioni, ai sensi dell’articolo 1460 del codice civile:

“Nei contratti con prestazioni corrispettive (es. il mandato) , ciascuno dei contraenti può rifiutarsi di adempiere la sua obbligazione, se l’altro non adempie o non offre di adempiere contemporaneamente la propria…”

La norma ti dà la possibilità di non versare all’Agenzia immobiliare, il corrispettivo del nuovo appartamento che ti sarà consegnato, finché la stessa Agenzia non ti avrà accreditato l’importo convenuto per il vecchio appartamento. Inoltre, se l’Agenzia non rispetterà gli obblighi contrattuali, non sarai nemmeno obbligato, ai sensi dell’articolo 1720 del codice civile, a rimborsare le spese che il mandatario ha sopportato, in ragione del contratto, con gli interessi legali, dal giorno in cui le stesse sono state sostenute. L’articolo 1460 è di estrema importanza, al fine di tutelare le tue ragioni, soprattutto alla luce dei tempi della giustizia italiana. Resto a tua disposizione per eventuali chiarimenti. Cordiali saluti




 

 

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale