Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto penale - Applicazione dell'indulto e reato continuato. Condanna alla reclusione





Ho preso una condanna di 6 anni per un reato di spaccio di sostanze stupefacenti art.73, art. 81,art. 80, arrestato il 28 maggio 2008, condanna definitiva il 26 maggio 2010 con fine pena a novembre 2013, ulteriore processo strascico il 19 gennaio 2011 sulla base delle mie dichiarazioni fatte nel 2008 al momento dell'arresto che mi ha aggiunto un ulteriore anno con patteggiamento con condanna definitiva a novembre 2014, sentenza quest'ultima divisa in sei mesi per i reati commessi prima del 2006 e sei mesi per i reati commessi fino al 2008 prima dell'arresto in fragranza del 2008 sopra riportato, sempre per art.73 ed art. 81 per lo stesso reato commesso dal 2004 al 2008,ho eseguito la richiesta di continuato della pena con richiesta dell'indulto del 2006, la mia domanda è questa: secondo voi, essendo il mio delitto in continuato dal 2004 al 2008 ho diritto dell'indulto concesso nel 2006, totale di 3 anni o solo parziale di 6 mesi per quanto riguarda la condanna aggiunta antecedente al 2006 ?



RISPOSTA



Il tuo diritto all'indulto è parziale, in quanto riferito esclusivamente alla condanna a sei mesi di reclusione, per i reati commessi prima dell'entrata in vigore dell'indulto, nell'anno 2006.

Leggiamo la norma che nel 2006, ha introdotto l'atto di clemenza dell'indulto.

Articolo 1 Legge 241 del 2006.

É concesso indulto, per tutti i reati commessi fino a tutto il 2 maggio 2006, nella misura non superiore a tre anni per le pene detentive e non superiore a 10.000 euro per quelle pecuniarie sole o congiunte a pene detentive.
1. Non si applicano le esclusioni di cui all'ultimo comma dell'articolo 151 del codice penale.

2. L'indulto non si applica:

a) per i delitti previsti dai seguenti articoli del codice penale:

1) 270 (associazioni sovversive), primo comma;

2) 270-bis (associazioni con finalità di terrorismo anche internazionale o di eversione dell'ordine democratico);

3) 270-quater (arruolamento con finalità di terrorismo anche internazionale);

4) 270-quinquies (addestramento ad attività con finalità di terrorismo anche internazionale);

5) 280 (attentato per finalità terroristiche o di eversione);

6) 280-bis (atto di terrorismo con ordigni micidiali o esplosivi);

Secondo la giurisprudenza costante della Corte di Cassazione, “in caso di reato continuato, è ricorrente l’affermazione per cui esso debba essere scisso nei suoi vari episodi criminosi al fine di accertare per ciascuno di essi, in relazione alla data di commissione, la sussistenza delle condizioni per l'applicazione dell'indulto (Cass. Sez. 1 n. 19740 del 16/03/2005, Cass. S.U. n. 2780 del 24/01/1996); le sezioni unite della Cassazione avevano affermato in generale, a proposito dell'indulto, tale necessità sia a proposito dell’unificazione nel vincolo della continuazione di reati commessi prima e reati commessi dopo il termine di efficacia del provvedimento di clemenza, sia a proposito dell’unificazione nel vincolo della continuazione di reati compresi e di reati esclusi dal medesimo”.

L'interpretazione costante della Cassazione è coerente inoltre, con l'articolo 79, III comma della Costituzione, per cui “In ogni caso l'amnistia e l'indulto non possono applicarsi ai reati commessi successivamente alla presentazione del disegno di legge”.

Articolo 79 della Costituzione.

L'amnistia e l'indulto sono concessi con legge deliberata a maggioranza dei due terzi dei componenti di ciascuna Camera, in ogni suo articolo e nella votazione finale.

La legge che concede l'amnistia o l'indulto stabilisce il termine per la loro applicazione.

In ogni caso l'amnistia e l'indulto non possono applicarsi ai reati commessi successivamente alla presentazione del disegno di legge.


Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale