Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto del lavoro - Lavoro straordinario, obbligo lavoratore dipendente





Buongiorno. Siamo tre dipendenti di una associazione culturale. Laureate, assunte a tempo indeterminato due dopo tre anni di apprendistato professionalizzante, una dopo svariati contratti a tempo determinato.
Ognuna di noi, assunta presso l'associazione con contratto nazionale Studi professionali di IV livello, ogni anno in un lasso di tempo di 15 giorni durante il mese di dicembre, lavora, oltre le tradizionali 8 ore lavorative in ufficio, successivamente anche presso un'altra struttura in occasione di un festival culturale (organizzata sempre dalla stessa associazione). Normalmente alle 8 ore lavorative, se ne aggiungono consecutivamente altre 5/6. Queste ore lavorative ulteriori non sono sancite da nessun documento ufficiale, è stata una "clausola" che in qualche modo ognuna ha dovuto accettare in cambio del contratto ottenuto. Ovviamente, per queste ore in più non percepiamo retribuzione aggiuntiva (benchè ognuna risulti nel colophon e da consuntivo vengano dichiarate voci economiche da noi percepite, cosa che non corrisponde nei fatti concretamente), poiché già normalmente, da ufficio, non sono mai stati contemplati gli straordinari. Partendo dal presupposto che abbiamo contribuito ingenuamente a innescare il meccanismo (ma ovviamente pur di poter lavorare, a volte, certe dinamiche le si affronta con involontaria superficialità), chiediamo se questo possa continuare a essere concesso o non ci siano normative che in qualche modo ci possano tutelare e di cui possiamo avvalerci.
Ringraziandovi anche a nome delle colleghe, porgo cordiali saluti,



RISPOSTA



La risposta al vostro quesito è piuttosto scontata, quindi spero che perdonerai la laconicità della mia consulenza. Non siete tenute a lavorare una sola ora in più rispetto a quelle previste dalla contrattazione collettiva. Non sareste obbligate a fare ore di lavoro straordinario retribuite e regolarmente riconosciute … figurarsi delle ore di lavoro straordinario non retribuite !!!
Semplicemente, non siete obbligate a lavorare più di quanto non sia previsto nella contrattazione collettiva, potete rifiutarvi di adempiere alla richiesta di lavoro aggiuntivo.
Il datore di lavoro non potrà fare assolutamente nulla per costringervi a lavorare ulteriormente altre 5/6 ore giornaliere (in quel periodo dell'anno), né potrà sanzionarvi disciplinarmente. A nulla vale obiettare che in passato avete accettato la prassi illegittima della vostra associazione culturale: i diritti dei lavoratori dipendenti non possono essere cancellati da prassi scorrette o da comportamenti accondiscendenti, seppure perpetrati nel tempo.

La prassi del vostro datore di lavoro, oltre ad essere “fuori dalla grazia di Dio” è anche contraria all'articolo 4, comma 2, del decreto legislativo n. 66 del 2003.

Art. 4
Durata massima dell'orario di lavoro

1. I contratti collettivi di lavoro stabiliscono la durata massima settimanale dell'orario di lavoro.

2. La durata media dell'orario di lavoro non puo' in ogni caso superare, per ogni periodo di sette giorni, le quarantotto ore, comprese le ore di lavoro straordinario.


Il lavoro settimanale del lavoratore dipendente non può in nessun caso superare le 48 ore complessive. Durante il periodo natalizio, il datore di lavoro vi fa lavorare all'incirca 70 ore settimanali, senza nemmeno pagarvi lo straordinario. Mi hai chiesto una norma che possa delegittimare la prassi in uso nella vostra associazione … penso di averla indicata !!!

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale