Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Divorzio con 50% del coniuge a favore della moglie, con obbligo di pagare la rata del mutuo a carico della moglie





Astianatte e Anastasia hanno avviato le pratiche per il divorzio. I due hanno in comproprietà un appartamento per il quale dividono in parti uguali proprietà e mutuo. Nessuno dei due ha la possibilità di prendere un prestito per riscattare il mutuo, più che ventennale, dell' altra parte (sarebbe troppo oneroso).Monica è proprietaria al cento per cento di un altro appartamento, anch' esso gravato di un mutuo ventennale ma di valore molto inferiore a quello in comproprietà.Le banche, come c' era da aspettarsi, non sono disponibili a passare il mutuo dall' una all' altra persona e per evitare la vendita dei due appartamenti si è pensato alla seguente soluzione:- con una scrittura privata Alessandro cede la proprietà della sua metà di appartamento mantenendo il mutuo a suo nome che nel corso degli anni verrebbe pagato da Monica per conto di Alessandro- sempre con scrittura privata Monica cede la proprietà del suo appartamento (quello di minor valore) ad Alessandro che provvederà a pagare il mutuo al posto di Monica.--si è pensato di includere nelle due scritture una clausola che renda nullo il trasferimento di proprietà nel caso una delle parti cessi il pagamento del mutuo.faccio un esempio: Alessandro cede il suo 50 per 100 di proprietà a Monica ... Monica si impegna a pagare anche il mutuo che rimane a nome di Alessandro ... se Monica smette di pagare la parte di mutuo che è a nome di Alessandro l'accordo sottoscritto con scrittura privata viene invalidato e, di conseguenza, tutto torna come era in origine. La stessa procedura verrebbe fatta, a parti invertite, per l'altro appartamento.
Vorrei chiederle se quanto esposto è LEGALMENTE FATTIBILE.Tenga presente che i rapporti tra i due sono pessimi, quindi non ci si può affidare alla loro buona volontà ma soltanto a ciò che permette la legge.
Naturalmente se ritiene che esista un'altra soluzione legale le parti saranno ben liete di prenderla in considerazione. distinti saluti



RISPOSTA



E' legalmente fattibile.
Un immobile può essere ceduto tra le parti anche con una semplice scrittura privata (art. 1350 del codice civile); il rogito notarile ha la funzione di consentire la trascrizione della vendita nei registri immobiliari, quindi l'opponibilità della stessa ai terzi.

E' possibile altresì, prevedere una condizione risolutiva del contratto – scrittura privata, ai sensi dell'articolo 1353 del codice civile: il mancato pagamento delle rate del mutuo (una rata o più … decidete voi … ) risolverà gli effetti della scrittura privata immediatamente.

http://www.dirittoprivatoinrete.it/tipi_di_condizione.htm

Ovviamente, al momento dell'estinzione dei mutui, si procederà alla stipula del rogito di vendita.
Non ci sono altre soluzioni legalmente percorribili.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale