Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Il proprietario di un immobile pignorato non è tenuto al pagamento dell'Irpef sui canoni di locazione percepiti





A seguito di rate arretrate, banca XXXXXX, ha effettuato pignoramento su immobili e frutti per circa 250.000,00.Il debito complessivo tra arretrati e mutuo residuo ammonta a circa 1090000,00.(immobili n 10 a bilancio per 1520000,00) Tali immobili sono locati con contratti regolarmente registrati, in data antecedente al mese di giugno 2016, data del pignoramento.
A CHI COMPETONO GLI AFFITTI?
Chi deve pagare imu?
Al momento è in atto il solo pignoramento. Grazie cordialmente



RISPOSTA



Certamente l'IMU deve essere versata dal proprietario-debitore pignorato. La procedura di pignoramento immobiliare, fino a quando non viene definita con la vendita ad un soggetto terzo dell’immobile e la conseguente emissione del decreto di trasferimento, non comporta alcuna modifica della soggettività passiva IMU. Pertanto, sino a tale data, il debitore pignorato dovrà assolvere agli obblighi (in primis il versamento) imposti dalla disciplina relativa all’imposta comunale.

A chi competono i canoni di locazione ?
Hai scritto che il pignoramento riguarda sia gli immobili che i frutti civili. Quindi i pignoramenti sono due: il primo è relativo all'immobile, essendo finalizzato alla vendita al pubblico incanto del bene.
Il secondo è un pignoramento presso terzi, ossia presso il debitore del debitore esecutato (l'inquilino). Se le cose stanno così, l'inquilino dal momento della notifica dell'atto di pignoramento presso terzo, smetterà di versare il canone al proprietario, per versarlo, a seguito di autorizzazione del giudice dell'esecuzione (ci sarà apposita udienza) direttamente al creditore procedente, ossia l'istituto bancario.
Il proprietario di un immobile pignorato non è tenuto invece al pagamento dell'Irpef sui canoni di locazione percepiti direttamente dal custode e distribuiti integralmente tra i creditori pignoranti. A precisarlo la commissione tributaria provinciale di Bari, con la sentenza n. 236/1/11.
La pronuncia ha chiarito che i canoni di locazione non costituiscono «reddito da fabbricati» ai fini IRPEF per il proprietario espropriato, mancando del tutto il presupposto impositivo.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale