Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Notifica presso casa comunale invalidità della cartella equitalia se con lettera semplice





Buongiorno avvocato, vorrei sapere se è legittima la notifica di una cartella esattoriale effettuata da Equitalia mediante l'invio al contribuente di un avviso di notifica di atto mediante deposito nella casa comunale inviato per lettera semplice e non per raccomandata AR.
Le chiedo inoltre nel caso che tale notifica non fosse legittima come devo procedere per chiedere l'annullamento della cartella.
Le preciso infine che dubitando della regolarità della notifica non ho ritirato la cartella in comune ma da una visura da me effettuata tramite i sevizi on lina di equitalia risulta che la cartella è stata notificata il 19/04/2017.
Cordiali saluti



RISPOSTA



La notifica è invalida quindi inefficace, soltanto in caso di irreperibilità relativa; sarebbe invece valida, in caso di irreperibilità assoluta.
Cosa si intende per irreperibilità relativa ?
Si tratta di una notifica della cartella equitalia a mezzo consegna a mani al destinatario, tuttavia il messo, al momento della consegna, non ha trovato né il destinatario, né i familiari o persone addette alla casa; in tal caso il messo deve:

-depositare la copia dell’atto presso gli uffici municipali;
-affiggere avviso dell’avvenuto deposito in busta chiusa e sigillata alla porta dell’abitazione del destinatario;
-dare notizia al destinatario dell’avvenuto deposito tramite raccomandata.

La notifica, in questo caso, si considera perfezionata, per il destinatario, dal ricevimento della raccomandata informativa o, comunque, decorsi 10 giorni dall'invio della stessa.

Cosa si intende per irreperibilità assoluta ?

Il destinatario dell’atto è irreperibile ossia nel comune di domicilio fiscale non risulti alcuna sua abitazione, ufficio o azienda. Magari il contribuente si è trasferito altrove ed il luogo di trasferimento è al momento sconosciuto.

In tal caso il messo, dopo aver effettuato ricerche nel comune dov’è situato il domicilio fiscale del contribuente, notifica l’atto a mezzo deposito presso la casa comunale. Di conseguenza, il messo non deve inviare un avviso di notifica a mezzo raccomandata, non fosse altro poiché non saprebbe dove inviarlo …
A conferma di quanto esposto nella presente consulenza, possiamo citare la pronuncia a sezioni unite della corte di cassazione n. 458/2005: “la notificazione, eseguita ai sensi dell’art. 140 cpc, si perfeziona con la spedizione della raccomandata (che determina l’effetto di conoscibilità legale nei confronti del destinatario) ma tuttavia la mancata allegazione dell’avviso di ricevimento comporta la nullità della notifica”.

Di conseguenza, anche la giurisprudenza di merito si è adeguata al predetto principio: mi riferisco alla sentenza del giudice di pace di Nardò n. 1529/2013, secondo la quale il messo, in caso di deposito presso la casa comunale, deve necessariamente avvisare il contribuente del deposito dell’atto attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Tanto premesso e considerato, nel tuo caso si tratta di irreperibilità relativa o assoluta? Hai per caso trasferito il tuo indirizzo di residenza di recente ?

Resto in attesa di un tuo riscontro.

Cordiali saluti.

Fonti: