Compenso percepito dal tirocinante, trattamento fiscale





Un'azienda occupa alcuni tirocinanti, come debbono essere trattati i compensi che la ditta versa agli stessi?
A fine mese l'Azienda versa il compenso a suo carico tramite bonifico bancario.
E' sufficiente questo documento per poter scaricare il costo?
A fine tirocinio deve essere rilasciato qualche documento che attesti il compenso percepito.
Grazie e cordiali saluti

RISPOSTA



Il trattamento dipende dalla natura del compenso.
Se si tratta di un rimborso delle spese vive (esempio: il tirocinante mostra all'azienda l'abbonamento mensile dell'autobus per 50 euro, quindi il datore di lavoro corrisponde al tirocinante, esattamente l'importo di 50 euro), in tal caso, è sufficiente il bonifico bancario per scaricare il costo.
Ovviamente, in via preventiva, il tirocinante firmerà una dichiarazione con cui chiede il rimborso della spesa “viva”, con accredito sul conto corrente IBAN xxxxxxx; tale dichiarazione dovrà essere conservata in caso di controllo da parte dell'agenzia delle entrate.

Se per “compenso al tirocinante”, intendi un premio oppure una borsa di studio, occorre applicare l’art. 50 del DPR 917/86 (Testo Unico delle Imposte sui Redditi – TUIR) quindi le disposizioni tributarie in materia di redditi di lavoro dipendente: trattenuta Irpef lorda con aliquota del 23% per somme fino a 15mila euro, nonché detrazioni dall’imposta lorda rapportate al periodo di lavoro nell’anno. In questo caso, occorre una vera e propria busta paga o prospetto paga, esattamente come per qualsiasi altro dipendente dell'azienda.

Se si tratta di un rimborso spese forfettarie (spese non dimostrate documentalmente), occorre fare riferimento agli articoli 51 e 52 del TUIR: si prevede che le indennità corrisposte per trasferte o missioni fuori del territorio comunale non siano soggette ad alcuna tassazione fiscale fino a 46,48 euro al giorno (77,47 euro se all’estero).
In questo caso, se l'importo delle indennità per spese forfettarie in trasferta, dovesse risultare assoggettato a tassazione fiscale, sarebbe necessaria una busta paga - prospetto paga.

Tanto premesso, il trattamento di cui alla tua email, è corretto in caso di

-rimborso di spese vive dimostrate a mezzo documenti.
-rimborso spese forfettarie in trasferta, per un ammontare inferiore al tetto della tassazione fiscale

Negli altri casi, occorre un prospetto paga.
Dove c'è tassazione, occorre un prospetto paga!

FONTI NORMATIVE DPR 917/86

Art. 50

Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente

1. Sono assimilati ai redditi di lavoro dipendente:



c) le somme da chiunque corrisposte a titolo di borsa di studio o di assegno, premio o sussidio per fini di studio o di addestramento professionale, se il beneficiario non e' legato da rapporti di lavoro dipendente nei confronti del soggetto erogante;

Art. 51 Determinazione del reddito di lavoro dipendente

5. Le indennità percepite per le trasferte o le missioni fuori del territorio comunale concorrono a formare il reddito per la parte eccedente lire 90.000 al giorno, elevate a lire 150.000 per le trasferte all'estero, al netto delle spese di viaggio e di trasporto; in caso di rimborso delle spese di alloggio, ovvero di quelle di vitto, o di alloggio o vitto fornito gratuitamente il limite è ridotto di un terzo. Il limite è ridotto di due terzi in caso di rimborso sia delle spese di alloggio che di quelle di vitto. In caso di rimborso analitico delle spese per trasferte o missioni fuori del territorio comunale non concorrono a formare il reddito i rimborsi di spese documentate relative al vitto, all'alloggio, al viaggio e al trasporto, nonché i rimborsi di altre spese, anche non documentabili, eventualmente sostenute dal dipendente, sempre in occasione di dette trasferte o missioni, fino all'importo massimo giornaliero di lire 30.000, elevate a lire 50.000 per le trasferte all'estero. Le indennità o i rimborsi di spese per le trasferte nell'ambito del territorio comunale, tranne i rimborsi di spese di trasporto comprovate da documenti provenienti dal vettore, concorrono a formare il reddito. A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: