Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto amministrativo - Riforma Gelmini, Università, aspettativa dipendente pubblico, dottorato di ricerca.





Gentili Avvocati,
ecco il mio quesito:
sono un dipendente pubblico a tempo indeterminato e vorrei concorrere per un dottorato di ricerca lunedi 17 gennaio.
Essendo un dipendente pubblico posso avvalermi delle leggi 476/1984 e 448/2001, in base alle quali mi è possibile svolgere un dottorato di ricerca andando in aspettativa e conservando il mio trattamento economico.
Con la riforma gelmini, ormai in pubblicazione sulla G.U. (dovrebbe essere pubblicata oggi o domani) tutto cambia, nel senso che il dipendente pubblico puo' sempre chiedere l'aspettativa come un tempo, ma è stata aggiunta la frase (in base alle esigenze dell'ente). Frase che si presta ad abusi in quanto il dipendente pubblico di un ufficio problematico come il mio vedrà  probabilmente negata l'autorizzazione.
Considerando che se la legge viene pubblicata oggi o domani, entrerà in vigore dopo la vacatio legis di 15 giorni, quindi a fine gennaio, il mio quesito è questo: Se io faccio istanza al mio ente prima che essa entri in vigore, la mia istanza verrà valutata ai sensi della legge nuova (che però alla data delle mia istanza non sarà ancora entrata effettivamente in vigore) oppure ai sensi della vecchia versione?
io spero vivamente ai sensi della legge pre riforma. che ne pensate?



RISPOSTA



Se la legge Gelmini sarà pubblicata oggi, il decreto di approvazione della graduatoria del concorso sarà pubblicato prima dell’entrata in vigore della legge medesima (ossia tra 15 giorni). Il giorno stesso della pubblicazione della graduatoria del concorso, devi presentare la domanda di aspettativa, presso la segreteria della tua amministrazione, in modo da conservare il diritto al tuo trattamento economico.
Alla tua istanza si applicherà la normativa ormai superata, ossia quella a te più favorevole.
Se la graduatoria del concorso dovesse essere pubblicata a febbraio (non penso, in genere questi adempimenti burocratici sono svolti in maniera piuttosto celere, almeno per quanto riguarda i concorsi per dottorato di ricerca), alla tua istanza si applicherà la legge Gelmini, quindi non sarai titolare di un diritto soggettivo all’aspettativa, ma di un mero interesse legittimo (l’ente non sarà obbligato a concederti l’aspettativa).
In bocca al lupo per il concorso di lunedì e per tutto il resto …
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale