Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Fisco e tributi - IMU in caso di concessione su aree demaniali. Soggetto passivo dell'imposta è il concessionario





Buongiorno,

oggetto: pagamento ici o futura imu

la mia ditta, una srl, nel 2009 ha sottoscritto  con il comune di crespellano(bo) un CONTRATTO DI CONCESSIONE VENTENNALE SI SUOLO PUBBLICO PER L'INSEDIAMENTO DI UN CHIOSCO BAR GELATERIA con un valore contrattuale di 62000 euro dato dal pagamento di canone annuale.
nel contratto sono specificati tutti gli oneri e i doveri del concessionario dalla tarsu allo sfalcio delle aiuole, alle assicurazioni ma nulla sull'ici che però mi trovo a pagare.
Il contratto recita che il chiosco pagato da me diventerà"de jure" del comune al termine del contratto senza corrispettivo alcuno.
In questo rapposro misto pubbblico-privato anche il responsabile territorio del comune era concorde con me nel sostenere che non dovevo pagare l'ici in quanto non prevista nel contratto, però l'ufficio tributi non è dello stesso parere e minaccia sanzione per omesso pagamento, così in questi anni ho sempre pagato.

le mie domande:

posso non pagare l'ici non scritta  nelle dettagliate condizioni,sostenendo una modifica sostanziale del contratto che potrebbe anche  invalidare lo stesso?
gli adeguamenti ISTAT previsti dal contratto (legge n 392 del 27.07.1978)sono automatici o devono essere comunicati dal comune o me li devo applicare da solo? in assenza di comunicazione posso continuare a pagare il canone base?
grazie



RISPOSTA



Dobbiamo fare riferimento agli articoli 1 e 3 del DECRETO LEGISLATIVO 30 DICEMBRE 1992, N. 504, in materia di ICI (adesso IMU).
A partire dall'anno 2010, in caso di concessione su aree demaniali, il soggetto passivo dell'imposta è il concessionario.

art. 1 Istituzione dell'imposta. Presupposto.

Testo in vigore dal 01/01/1993
1. A decorrere dall'anno 1993 è istituita l'imposta comunale sugli immobili (I.C.I.).
2. Presupposto dell'imposta è il possesso di fabbricati, di aree fabbricabili e di terreni agricoli, siti nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati, ivi compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa.


art. 3 Soggetti passivi.

Testo in vigore dal 01/01/2001, modificato da L. del 23/12/2000 n. 388 art. 18
1. Soggetti passivi dell'imposta sono il proprietario di immobili di cui al comma 2 dell'articolo 1, ovvero il titolare di diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie, sugli stessi, anche se non residenti nel territorio dello Stato o se non hanno ivi la sede legale o amministrativa o non vi esercitano l'attività.
Testo in vigore dal 01/08/2009, modificato da L. del 23/07/2009 n. 99 art. 8
2. Nel caso di concessione su aree demaniali, soggetto passivo è il concessionario. Per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria, soggetto passivo è il locatario a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto.


Nella tua fattispecie, mi sembra di capire che si tratta esattamente di una concessione su aree demaniali, per la precisione del demanio comunale.
Il concessionario, ossia l'esercente l'attività di bar e gelateria, è obbligato a versare l'ICI a partire dall'annualità 2010. L'obbligo di pagare l'ICI sorge in base alla legge, non in base al contratto di concessione. Il dirigente che ha firmato la concessione, non avrebbe potuto esentare il concessionario, dal pagamento dell'ICI, ossia non avrebbe potuto concludere un contratto in violazione dell'articolo 3 della legge istitutiva dell'ICI.

Anche nel silenzio del contratto, sei obbligato a versare l'ICI, a partire dall'annualità 2010, essendo previsto tale obbligo dalla legge istitutiva dell'imposta.

Gli adeguamenti ISTAT, sono automatici e devono essere applicati dal concessionario, anche senza una specifica comunicazione da parte del comune. Sul web è possibile reperire programmi per calcolare l'adeguamento ISTAT. L'adeguamento ISTAT è stabilito già nel contratto quindi non è necessario un ulteriore provvedimento da parte del dirigente comunale.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale