Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto amministrativo - Ricorso al TAR e ricorso straordinario al Presidende della Repubblica, costi. Aspetti positivi e negativi delle due soluzioni.



Paolo da Biella:



Gentile avvocato sono un Appuntato della Guardia di Finanza al quale e` stata negata in prima convocazione la promozione ad Appuntato scelto per una vecchia punizione di 4 anni fa che tra l'altro gia` da due anni potevo far cancellare dal mio foglio matricolare.

Mi rimane come alternativa il ricorso al Tar o al presidente della Repubblica.
Ho 60 gg di tempo.

Cosa mi consigliate. Grazie



RISPOSTA



Ti prospetto gli aspetti positivi e negativi dei due rimedi giurisdizionali, in modo da metterti in condizione di decidere con piena cognizione di causa.


Il ricorso al Tar è molto oneroso, alla luce dei costi che dovrai sopportare per le spese legali (circa 5.000, euro), tuttavia le possibilità di vincere il contenzioso sono decisamente più alte in quanto la decisione sarà presa da un organo terzo ed imparziale (il giudice amministrativo).


Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica comporta dei costi per spese legali molto bassi (non è nemmeno necessaria l’assistenza di un avvocato); potresti scriverlo anche tu, in Internet ci sono numerosi modelli ed esempi di ricorso straordinario al presidente della Repubblica.
Anche se ti rivolgessi ad un avvocato, le spese sarebbero contenute (circa 800 euro per la redazione dell’atto); l’aspetto negativo è tuttavia, rappresentato dalla circostanza che la decisione del ricorso sarà presa sostanzialmente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e, pertanto, avresti meno possibilità di vittoria (l’autorità amministrativa non è terza ed imparziale come l’autorità giudiziaria).


Considera i vantaggi economici di una vittoria in contenzioso, al fine di decidere se affrontare i costi di un ricorso al Tar; se i vantaggi sono minimi, ti consiglio di presentare il ricorso straordinario in via amministrativa.


Cordiali saluti

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale