Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto del lavoro - Divieto di destinare un lavoratore dipendente a mansioni di livello inferiore



Stefania da Roma:



Sono dipendente in un'azienda del settore terziario/servizi. Ora in maternità facoltativa ma sto per rientrare e la situazione è preoccupante. Il mio contratto (a termine) scade in settembre e non ci sono buone prospettive per un nuovo contratto.

Mi han fatto capire che potrei tornare ed essere messa ad una scrivania e basta (come a dire "in attesa della scadenza del contratto", non trovo altra interpretazione). Ma questo non è mobbing?

Inoltre: Una collega (che come me si occupa di clienti, concorrenza etc) mi ha appena detto che in assenza dell'addetta al bar per gli ospiti (nonchè la persona che si occupa delle pulizie e della cucina quando necessario), le è toccato fare il caffè più volte per diversi ospiti esterni e pulire le sale dove i colleghi hanno pranzato dopo un corso tenuto in azienda.

Trovo la situazione molto sgradevole, umiliante, "declassante" (scusate il termine).

Ma si può chiedere ad un dipendente di svolgere un compito di livello tanto inferiore rispetto al proprio? Se tornassi e mi chiedessero di fare cose simili, posso avvalermi di qualche diritto e protestare o no? Grazie molte per l'aiuto.



RISPOSTA



Un lavoratore dipendente non può essere adibito a mansioni di livello inferiore a quelle per cui è stato assunto e che risultano dal contratto di lavoro, ai sensi dell’articolo 2103 del codice civile.
Puoi legittimamente rifiutarti di svolgere tali mansioni e puoi agire in giudizio per chiedere un risarcimento danni per mobbing al tuo datore di lavoro.
Rivolgiti ad un sindacato; sapranno consigliarti il modo meno oneroso per le tue tasche di ottenere giustizia. Cordiali saluti

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale