Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto del lavoro - Disoccupazione inoccupazione centro per l'impiego





Gentili signori,

avendo già usufruito della vostra consulenza con grade soddisfazione, vi sottopongo un quesito che riguarda il vio fidanzato.

Inoltro da una sua mail

1) Due mesi e mezzo fa, tramite Infojob.it, mi sono candidato per un'offerta di un Corso di Fonico "bandita" da Società Umanitaria.
2) Ieri Società Umanitaria mi ha telefonato per sapere se ero ancora interessato alla cosa; mi hanno detto che il Corso (150 ore) costa € 1.950, ma potrei seguirlo gratuitamente attraverso la Dote Formazione (o Dote Lavoro, non mi ricordo) della Regione Lombardia (o Provincia di Milano). Devo però consegnare alla Società un certificato che attesti il mio stato di Disoccupazione od Inoccupazione.
3) Al Centro per l'Impiego di Legnano mi hanno detto che la Disoccupazione od Inoccupazione va autodichiarata, ma non mi hanno saputo dire al 100% se io possa o non possa dichiararla. In partica mi hanno sconsigliato di farlo in previsione di possibili controlli da cui potrebbe risultare che io di fatto ho un'occupazione.
4) Con Civita Servizi-Milano ho un rapporto occasionale di lavoro: tramite una notula io chiedo il compenso (con R.A. al 20%) per un tot di visite che effettuo, dichiarando contemporaneamente che non sono titolare di Partita I.V. A. Alla data di ieri (10 maggio) Civita mi ha pagato € 420 lorde.
5) Da Amici del Museo degli Strumenti Musicali ho ricevuto un incarico con rapporto occasionale di lavoro, incarico che mi è già stato pagato € 1.000 lordi sempre con R.A. al 20%.
6) Con il Comune di Milano ho iniziato l'iter per l'affidamento di un incarico regolato come lavoro autonomo assimilato a lavoro dipendente. Il contratto prevederebbe un compenso di € 4.000 lordi. Non ho ancora firmato però alcun contratto e non so quando lo farò né quando (se dovesse andare tutto bene) verrò pagato.

La domandona finale è: posso autodichiarare il mio stato di Disoccupazione od Inoccupazione in modo da poter frequentare gratuitamente il Corso di Fonico?

Ringrazio sentitamente



RISPOSTA



Rispondo alla tua domandona finale, illustrando i presupposti, previsti dalla legge, per il riconoscimento dello status di disoccupato/inoccupato.
Lo stato di disoccupazione/inoccupazione è riconosciuto esclusivamente a chi, privo di lavoro, si presenta al competente Centro per l’Impiego, e dichiara (utilizzando l’apposito modulo predisposto dall’Ufficio) l’immediata disponibilità allo svolgimento di un’attività lavorativa, oltre all’eventuale attività lavorativa precedentemente svolta.
Ha diritto ad essere riconosciuto come disoccupato anche chi percepisce un reddito da lavoro non superiore al reddito minimo personale escluso da imposizione .

Le condizioni per il riconoscimento dello stato di disoccupazione, per l'anno 2010, sono le seguenti:

* assenza di occupazione e immediata disponibilità ad accettare una offerta di lavoro congrua;
* possesso di un reddito personale annuo (inteso come somma dei redditi per attività lavorative svolte nell'anno solare) non superiore a 4800 € lordi in caso di lavoro autonomo, 8000 € lordi in caso di lavoro dipendente o assimilato;
* titolarità di un rapporto di lavoro di durata non superiore a 8 mesi, non superiore a 4 mesi in caso di “giovani” (soggetti di età superiore a diciotto anni e fino a venticinque anni compiuti o, se in possesso di un diploma universitario o laurea, fino a ventinove anni compiuti).

Lo stato di disoccupazione si modifica a seconda delle diverse combinazioni tra reddito percepito nell'anno solare e durata del contratto di lavoro. In particolare:

* il cittadino che non ha superato la soglia prevista per il reddito nell'anno solare, né quella prevista per la durata del rapporto di lavoro conserva il suo stato di disoccupazione;
* il cittadino che ha superato i parametri della durata di un rapporto di lavoro ma non quelli del reddito nell'anno solare conserva il suo stato di disoccupazione;
* il cittadino che ha superato i parametri di reddito nell'anno solare ma con un contratto di lavoro di durata inferiore alla soglia prevista è sospeso dallo stato di disoccupazione;
* il cittadino che supera entrambe le soglie previste è cancellato dallo stato di disoccupazione.

Lo stato di disoccupazione si perde a causa della mancata presentazione, senza giustificato motivo, alla convocazione dei servizi per l'impiego o per il rifiuto di una congrua offerta di lavoro, e non si può rendere nuova dichiarazione di immediata disponibilità per un periodo di tre mesi.

Alla luce dei presupposti normativi appena esaminati, ritengo che tu possa seguire il corso gratuitamente, autocertificando il tuo status di disoccupata, in quanto non hai superato i limiti reddituali, né quelli di durata del contratto di lavoro, previsti per l’anno solare 2010. Devi soltanto comunicare a “Civita Servizi-Milano” e “Amici del Museo degli Strumenti Musicali” che recedi immediatamente dall’incarico ricevuto; non devi firmare ovviamente il contratto con il comune di Milano perché, così facendo, rispetterai il requisito dell’assenza di occupazione.

La dichiarazione di autocertificazione sostituisce a tutti gli effetti le normali certificazioni richieste o destinate ad una pubblica amministrazione nonché ai gestori di pubblici servizi e ai privati che vi consentono.
La firma non va autenticata, né deve necessariamente avvenire alla presenza dell'impiegato dell'Ente che ha richiesto il certificato. In luogo dell’autenticazione della firma si allega copia fotostatica del documento di identità.
La dichiarazione di autocertificazione ha validità per 6 mesi (art. 41 D.P.R. 445/2000); se i documenti che sostituisce hanno validità maggiore ha la stessa validità di essi.
Tale dichiarazione può essere trasmessa via fax o con strumenti telematici (art. 38 D.P.R. 445/2000) ed è esente da imposta di bollo, ai sensi dell’art. 37 D.P.R. 445/2000.

Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale