Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Foro competente provvigioni agente di commercio persona fisica, domicilio dell'agente o sede legale della mandante





Buon giorno, la mia mandante non ha ancora erogato le provvigioni   relative a un ordine effettuato a Novembre e non ancora consegnato  causa esaurimento e successivo ritardo produzione dell'articolo. Il  Cliente, che ha versato all'ordine il 30% dell'importo totale, si dice   tuttora pronto a pagare (ma per quanto tempo ancora?) e nonostante sia  stato sottoposto a offerte da parte della concorrenza e della mandante  stessa nel tentativo di fargli accettare un articolo simile, preferisce aspettare e quindi le mie provvigioni non vengono erogate.

Il mandato dice che le provvigioni maturate vengono erogate se il  cliente paga, MA DUBITO CHE QUESTA CLAUSOLA SI RIFERSCA A UNA  SITUAZIONE COME QUESTA ,,, Ho pensato di mettere in mora la mandante  tramite raccomandata AR,, è l'azione giusta da fare? Può essere fatta retroattivamente? QUELLO CHE MI INTERESSA E' QUALE AZIONE  INTRAPRENDERE ESATTAMENTE in caso io abbia diritto a esigere il  pagamento immediato. Vi chiedo anche QUAL'E' IL FORO COMPETENTE IN CASI COME QUESTO SECONDO LA LEGGE, se quello sul territorio della mandante (come scrivono tutti per dissuadere) o quello dell'agente. Grazie, un saluto!



RISPOSTA



In effetti, la clausola in questione non risulta applicabile alla presente fattispecie, in quanto il mancato pagamento non è ascrivibile alla colpa dell'agente. La provvigione spetta all'agente anche per gli affari che non hanno avuto esecuzione per causa imputabile al preponente ovvero a causa di forza maggiore – fatti obiettivi impedienti. La clausola in esame non riguarda gli affari che sono stati conclusi, ma non hanno poi avuto esecuzione per forza maggiore – fatti obiettivi impedienti.

Occorre procedere con una diffida al pagamento costituzione in mora, ai sensi dell'articolo 1219 del codice civile, notificata con raccomandata a/r.

Art. 1219 del codice civile. Costituzione in mora.

Il debitore è costituito in mora mediante intimazione o richiesta fatta per iscritto.
Non è necessaria la costituzione in mora:
1) quando il debito deriva da fatto illecito;
2) quando il debitore ha dichiarato per iscritto di non volere eseguire l'obbligazione;
3) quando è scaduto il termine, se la prestazione deve essere eseguita al domicilio del creditore. Se il termine scade dopo la morte del debitore, gli eredi non sono costituiti in mora che mediante intimazione o richiesta fatta per iscritto, e decorsi otto giorni dall'intimazione o dalla richiesta.

La costituzione in mora in genere ha valenza retroattiva, in quanto riguarda debiti e rapporti giuridici pregressi.
Può essere fatta quindi retroattivamente, come hai scritto nel tuo quesito.

Quale azione giudiziaria intraprendere ?
Depositare nella cancelleria del tribunale, un ricorso per ottenere un decreto ingiuntivo.
Notificare il decreto ingiuntivo.
In caso di opposizione al decreto ingiuntivo, entro 40 giorni dalla sua notifica, procedere con un ordinario processo di cognizione, dinanzi al tribunale civile.
In caso di mancata opposizione al decreto ingiuntivo, procedere con la notifica del precetto ed il pignoramento dei beni della mandante.

Foro competente ? Si applica l'articolo 413 del codice di procedura civile, in quanto si tratta di un agente-persona fisica. L’art.413 c.p.c., al quarto comma, dispone che: Competente per territorio per le controversie previste dal numero 3) dell’articolo 409 è il giudice nella cui circoscrizione si trova il domicilio dell’agente, del rappresentante di commercio ovvero del titolare degli altri rapporti di collaborazione di cui al predetto numero 3) dell’articolo 409.

Discorso diverso, in caso di agente - società (sede legale della mandante).

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale