Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Eredità - Eredità della polizza vita con beneficiario unico




 

Alberto da Roma:

 

Mio padre ha sottoscritto in vita una polizza vita a premio unico e ha indicato me come unico beneficiario. Mio padre non ha lasciato nessun testamento e gli eredi siamo io, mia sorella e mia madre. In fase di divisione il commercialista ha detto che le polizze vita sono sottoposte a collazione visto che non c'è stata una esplicita dichiarazione di mio padre che la escludesse.

Inoltre 13 anni fa ha acquistato una appartamento intestandola a me visto che mia sorella usufruiva gratuitamente di un appartamento di proprietà di mio padre.


Devo considerare sia la polizza che l'appartamento come un anticipo dell'eredità e quindi da compensare da parte degli altri eredi (mia sorella e mia madre) oppure posso considerarla come fuori dalla divisione (quota disponibile) se non intacca la quota di legittima degli altri eredi?

 

avvocato risponde online

I proventi derivanti dalla stipula di una polizza vita sarebbero soggetti a collazione?! Il tuo commercialista farebbe bene ad occuparsi esclusivamente delle dichiarazioni dei redditi, specialmente in questo periodo! La collazione, prevista dall’articolo 737 del codice civile, è un’operazione algebrica per cui i figli, i loro discendenti ed il coniuge del defunto conferiscono alla massa ereditaria quanto è stato donato dal defunto, direttamente o indirettamente, al fine di calcolare il relativo asse ereditario, le quote di legittima spettanti ai legittimari e la quota disponibile. Un’assicurazione sulla vita non può essere considerata una donazione nemmeno indiretta, in quanto il contratto di assicurazione ha una sua funzione economico sociale distinta da quella tipica degli atti a titolo gratuito.
A conferma di ciò, l’articolo 741 del codice civile (Collazione di assegnazioni varie ) prevede espressamente che

"E' soggetto a collazione cio' che il defunto ha speso a favore dei suoi discendenti per assegnazioni fatte a causa di matrimonio, per avviarli all'esercizio di una attivita' produttiva o professionale, per soddisfare premi relativi a contratti di assicurazione sulla vita a loro favore o per pagare i loro debiti."

L’importo che hai percepito dalla Compagnia di assicurazione a seguito della morte di tuo padre, è in diretta correlazione con gli importi spesi a titolo di premio, dal “de cuius”; si tratta delle stesse somme rivalutate e incrementate dei relativi interessi. La suddetta norma risulta applicabile alla tua fattispecie e, pertanto, tali somme di denaro non sono rilevanti ai fini della divisione ereditaria.
Nemmeno l’appartamento è soggetto a collazione; il bene immobile, da un punto di vista strettamente giuridico e formale, non ti è stato donato da tuo padre, ma lo hai acquistato da un terzo alienante. Gli altri eredi non hanno alcuna prova scritta che il corrispettivo dell’appartamento è stato versato da tuo padre, né ad oggi esiste una particolare procedura per dimostrarlo (sono passati troppi anni per richiedere delle indagini bancarie).
L’immobile sarebbe stato soggetto a collazione se avessi stipulato un atto pubblico di donazione con tuo padre (dal contenuto della mail mi sembra di escludere tale circostanza). Vorrei infine darti un consiglio: per le vertenze ereditarie non rivolgerti ad un commercialista ma ad un avvocato specializzato nella materia! Cordiali saluti

 

 

 

 

 

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale