Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Distanze stabilite per far crescere gli alberi presso il confine della proprietà




 

Alessandro da Varese:

 

Buongiorno. Mi chiamo B. ALESSANDRO ed abito a Monvalle ( Varese). Abito in una casa all'interno di un bosco di robinie confinante su 4 lati con terreni appartenenti a 4 proprietari differenti. La casa è stata condonata nel 1980 ed attualmente è perfettamente in regola sotto ogni aspetto.


Il mio problema è il seguente: le piante non sono a distanza dalla mia proprietà e la mancata attenzione da parte dei proprietari ha portato ad una crescita eccessiva.
Ne consegue che ormai sono con rami all'interno del mio terreno di 4-5 metri e succede con venti o temporali che continuino a piegarsi rendendo la situazione anche pericolosa.


In un tratto della proprietà sono anche bloccato dal poter mettere una recinzione in quanto 3-4 robinie sono esattamente quasi sul confine.

Questa situazione è avvenuta a causa del condono perché ovviamente prima era solo bosco.
I proprietari non sono interessati a sistemare il problema e quindi a fronte di totale disinteresse vorrei un consiglio su come intervenire.
Cordiali saluti.

 

avvocato risponde online

Ai sensi dell’articolo 892 del codice civile, chi vuol piantare o far crescere alberi presso il confine della sua proprietà, deve rispettare le distanze stabilite dai regolamenti e dagli usi locali. In mancanza di regolamenti ed usi locali, la distanza da rispettare dal confine è pari a:

"tre metri per gli alberi di alto fusto un metro e mezzo per gli alberi non di alto fusto mezzo metro per gli arbusti e le siepi"

Ai sensi del comma 2 del suddetto articolo, la distanza deve essere di due metri dal confine per le siepi di robinie (si tratta di una norma specifica per le robinie che non può essere derogata né dai regolamenti locali né dagli usi).
Ai sensi dell’articolo 894 del codice civile, puoi chiedere ai tuoi vicini che le siepi di robinie, piantate a distanza inferiore ai due metri dalla tua proprietà, siano immediatamente estirpate.
Ai sensi dell’articolo 896 comma 1 del codice civile, hai diritto di tagliare le radici delle siepi che si introducono nella tua proprietà senza dare alcun preavviso ai proprietari (ti consiglio comunque di risolvere la questione in via bonaria).
Chiedi ai tuoi vicini di rispettare il limite di due metri dalla tua proprietà; se non dovessero ascoltarti rivolgiti ad un avvocato e tagli le radici che si introducono nella tua proprietà (attenzione, solo le radici, non hai diritto di tagliare i rami senza una pronuncia del giudice).
Cordiali saluti

 

 

 

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale