Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Assicurazione risarcimento spese mediche dopo l'aggravamento delle condizioni fisiche




 

Maria da Milano:

 

spett.le Staff avvocati il 19 marzo 2007 mia figlia di 21 anni subì un incidente stradale(era una trasportata) e subì la rottura di tutti e due i femori e la rottura di una clavicola (operata,e con l'applicazione del filo di kirschiner) l'assicurazione ha risarcito il danno ma adesso la clavicola non si è unita e c'è bisogno di una nuova operazione,vorrei sapere si puo riaprire la pratica con l'assicurazione per questo aggravamento? per il danno biologico ed esistenziale?

vi ringrazio per il tutto in attesa vi porgo i miei distinti saluti.

 

avvocato risponde online

E’ sicuramente possibile riaprire la pratica con l’assicurazione in quanto l’aggravamento in questione è configurabile come un evento eccezionale e non prevedibile al momento della prima liquidazione del danno.
L’iter per ottenere l’ulteriore risarcimento è sempre lo stesso; se l’assicurazione dovesse rifiutarsi di liquidare le somme dovute, sarà opportuno citarla in giudizio, con la necessaria assistenza di un legale.
Il risarcimento deve essere comprensivo sia del danno biologico che di quello esistenziale.
Quando si parla di danno biologico, si vuol fare riferimento alla lesione della integrità psico fisica della persona (si tratta del danno alla salute). Ancora oggi non risulta agevole determinare la misura del risarcimento per questo tipo di lesione.
La legge infatti fornisce dei criteri certi di liquidazione del danno biologico solo nel caso di danni micro-permanenti, ossia di lesioni che non superino i nove punti di invalidità.
Per gli altri danni è necessario fare riferimento a tabelle elaborate da diversi tribunali.
Il danno morale ed il danno esistenziale (danno alla vita di relazione e allo sviluppo della personalità), generalmente sono determinati dal giudice, in una somma che va da 1/4 a 1/2 del danno biologico.
Cordiali saluti

 

 

 

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale