Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Contratti - Ristrutturazioni della villa, contratto di appalto, inadempimento contrattuale





Ho fatto una ristrutturazione di due ville, a fine lavori e durante le lavorazioni mi accorgo che tutto quello riportato nel computo metrico redatto dal progettista e direttore dei lavori, non corrisponde alle misure reali, come faccio per essere risarcito di tutte le lavorazioni in più non previste??



RISPOSTA



La ditta di ristrutturazione edilizia doveva rispettare il contratto stipulato, al fine di non rendersi inadempiente, da un punto di vista contrattuale.

Non avendo rispettato, la ditta di ristrutturazione, le disposizioni del contratto, si è resa inadempiente, ai sensi dell’articolo 1218 del codice civile.

Articolo 1218 del codice civile

Il debitore  che  non  esegue esattamente la prestazione dovuta e' tenuto al risarcimento del  danno,  se  non  prova  che  l'inadempimento o il ritardo e' stato determinato  da  impossibilita'  della  prestazione derivante da causa a lui non imputabile.

Devi rivolgerti ad un avvocato, per costituire in mora la ditta inadempiente, ai sensi dell’articolo 1219 del codice civile, e per agire in giudizio, al fine di ottenere il risarcimento dei danni che sono conseguenza immediata e diretta dell’inadempimento contrattuale.  

Attenzione all’articolo 1659 del codice civile:  

Articolo 1659 del codice civile:  

L'appaltatore non   può  apportare  variazioni  alle  modalità convenute dell'opera se il committente non le ha autorizzate. L'autorizzazione si deve provare per iscritto. Anche quando  le  modificazioni sono state autorizzate, l'appaltatore, se il prezzo dell'intera  opera  e'  stato determinato globalmente, non ha diritto a compenso per le variazioni o per le aggiunte, salvo diversa pattuizione.

Hai stipulato un contratto di appalto ??? In mancanza di autorizzazione da parte del committente, le modifiche non autorizzate non devono essere retribuite. La norma è chiara e non lascia spazio a dubbi interpretativi.
Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale