Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Eredità - Accettazione dell'eredità e passività rientranti nell'asse ereditario





Gent.le avvocato,

volevo sottoporle un quesito.

Mio padre è deceduto nel 2010, aveva due figlie ed una moglie (con la quale era divorziato).

La prima figlia sono io che vorrei accettare l'eredità, mentre la seconda figlia è morta nel 2003. La seconda figlia (premorta al padre) ha tre figli ed un marito, i quali intendono accettare l'eredità del nonno, me intendono fare anche la rinuncia all'eredità della madre in quanto essa aveva dei debiti.

Premesso che vista la rinuncia dei figli e del marito di mia sorella e sia io che mio padre non abbaiamo avuto nulla a che fare con il patrimonio di mia sorella,l'eredità di mia sorella potrebbe passare a me e mio padre(defunto nel 2010):

I quesiti che le pongo sono 2:

1° devo rinunciare anche io all'eredità di mia sorella, anche se io non ho mai avuto nulla da lei, o è sufficiente che passino i dieci anni per considerarsi automaticamente NON ACCETTATA?

2° C'è il rischio che nel patrimonio di mio padre siano entrati i debiti di mia sorella, e quindi se io accetto l'eredità di mio padre accetto anche i debiti di mia sorella?

Come mi devo comportare?

visto che io pensavo di fare la dichiarazione all'ufficio delle entrate per l'eredità di mio padre e stare tranquilla, ma dopo sono venuta a conoscenza dell'esistenza di questi debiti di mia sorella!!!

Ringraziandola per la sua attenzione, le pongo cordiali saluti



RISPOSTA



Se non hai intenzione di accettare l’eredità di tua sorella, in considerazione delle passività rientranti nel suo asse ereditario, puoi rinunciare alla stessa con atto pubblico, ovvero molto più semplicemente, puoi lasciare trascorrere il termine di prescrizione decennale, previsto dall’articolo 480, I comma del codice civile, per l’accettazione dell’eredità.

Il compiersi del termine di prescrizione decennale equivale, in concreto, alla rinunzia all’eredità (lasciare trascorrere il termine di prescrizione tuttavia, non comporta costi e oneri di vario genere, come una rinunzia all’eredità “espressa”). Non sei obbligata a rinunziare espressamente all’eredità di tua sorella.

La responsabilità del debitore, ai sensi dell’articolo 2740 del codice civile, è personale, nel senso che “il debitore risponde dell’adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri”; il patrimonio ereditario di tuo padre pertanto, non può rispondere dei debiti di tua sorella, salvo che tuo padre non abbia offerto in garanzia (ipoteca) un determinato bene immobile del suo patrimonio, a tutela dei creditori di sua figlia.

Il debito di tua sorella non può transitare “sic et simpliciter” nell’eredità di tuo padre.

In Conservatoria, è possibile accertare se i beni immobili di tuo padre sono stati sottoposti ad ipoteca, a garanzia dei debiti della figlia premorta. Si tratta dell’unica ipotesi in cui, alcuni beni del patrimonio ereditario di tuo padre possono rispondere dei debiti di tua sorella.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale