Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto privato - Azione per regolamento di confini e per apposizione di termini.





Confini di un terreno agricolo.
Ho fatto rilevare dal mio geometra i confini del mio terreno,risulta che a nord mi mancano la bellezza di 3 mt. in pratica lungo tutto il mio lato nord corre una carreggiata in terra di 3 mt ed e' tutta sul mio terreno mentre dovrebbe essere meta' sul mio e meta sull'altro propietario.Ho contattato il proprietario e non ne vuole sapere di queste rilevazioni,per io chiedo:
come devo comportarmi per
1°posizionare i confini permanenti
2°a cosa vado incontro se agisco in un determinato modo.
Grazie



RISPOSTA



Il vicino, proprietario del fondo confinante, non ne vuol sapere di posizionare i confini, in modo permanente, tra le vostre proprietà ???

Il codice civile mette a tua disposizione, uno strumento giuridico molto efficace.

Leggiamo gli articoli 950 e 951 del codice civile.

Art. 950 del codice civile. Azione di regolamento di confini.

Quando il confine tra due fondi è incerto, ciascuno dei proprietari può chiedere che sia stabilito giudizialmente.
Ogni mezzo di prova è ammesso.
In mancanza di altri elementi, il giudice si attiene al confine delineato dalle mappe catastali.

Art. 951 del codice civile. Azione per apposizione di termini.

Se i termini tra fondi contigui mancano o sono diventati irriconoscibili, ciascuno dei proprietari ha diritto di chiedere che essi siano apposti o ristabiliti a spese comuni.

A mio parere, la tua fattispecie rientra nell'articolo 951 del codice civile e non nell'articolo 950. Il confine tra i due fondi infatti non è incerto, né è contestato, ma risulta in maniera evidente dalla visura catastale del tuo geometra.

Si tratta esclusivamente di apporre i termini tra due fondi contigui, appartenenti a diversi proprietari, in modo che risulti delineato il confine tra le due proprietà (ad esempio con un muretto a secco). Esercitando l'azione per l'apposizione di termini, dinanzi al tribunale, il giudice condannerà il tuo vicino a collaborare con te, per apporre i termini ai vostri fondi, in ragione di quanto risulta dalla visura catastale. Le spese per l'apposizione dei termini saranno divise a metà tra te ed il tuo vicino.

Per l'esercizio dell'azione per apposizione di termini, è necessaria l'assistenza del tuo legale di fiducia.
Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale