Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto privato - Servitù di elettrodotto coattivo, cavo della telecom.





Gentile staff

la propietà di mio padre è attraversata dal cavo telecom, ereditata  dal precedente propietario (mio nonno) che decenni fa diede il  permesso a telecom italia e trasformare la casa in un palo porta cavo

vorrei fare spostare il cavo a spese della telecom e liberare la mia  casa da questa servitù

vi allego foto della casa

cordiali saluti



RISPOSTA



La servitù è un diritto reale di godimento consistente nel peso imposto su di un fondo (servente) per l’utilità di un altro fondo (dominante) appartenente ad un diverso proprietario.
Il rapporto tra i fondi si traduce, dal punto di vista giuridico, in una situazione di vantaggio per il proprietario del fondo dominante ed in una di svantaggio, con correlativa restrizione della facoltà di godimento, per il proprietario del fondo servente.

E' un diritto reale e non personale, ossia un diritto attinente al bene immobile e non alla persona del suo proprietario; la servitù pertanto, permane anche laddove il fondo servente dovesse cambiare proprietario.

Questo si evince dal dettato dell'articolo 1027 del codice civile: il peso riguarda il fondo … non il suo proprietario !!!

Art. 1027 del codice civile. Contenuto del diritto.

La servitù prediale consiste nel peso imposto sopra un fondo per l'utilità di un altro fondo appartenente a diverso proprietario.

Nel tuo caso trattasi di servitù di elettrodotto, costituita per contratto dal precedente proprietario, ossia tuo nonno.

Le servitù presenta la seguente caratteristica essenziale: l’ambulatorietà attiva e passiva. Mi spiego meglio: le servitù si trasferiscono congiuntamente al trasferimento del fondo dominante o servente cui accedono.
Tuo nonno ha costituito la servitù. Tuo padre ha ereditato da tuo nonno l'appartamento servente. La servitù di elettrodotto è pertinente alla casa, ha natura reale e non personale, quindi permane anche a seguito della vendita dell'appartamento o della successione ereditaria dello stesso.

Vorrei chiederti dei chiarimenti: siamo sicuri che la servitù non si sia ormai estinta ???

Le servitù si estinguono per:

- prescrizione estintiva ventennale (non uso del cavo da parte della telecom);
- scadenza del termine e verificarsi della condizione risolutiva previsti nel titolo di costituzione della servitù;
- perimento del fondo servente.

Attualmente la telecom utilizza il cavo ??? se la risposta è negativa, da quanti anni il cavo è inutilizzato ???

Resto in attesa di un tuo riscontro.
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale