Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Agevolazione prima casa per i militari che usufruiscono del mutuo inpdap





Ho un piccolo problema: tempo fa mio padre ha comprato una casa a mio nome, quindi ha fruito delle agevolazioni 1°casa ce una qualche soluzione apparte reintestarla a mio padre perchè alla sua morte dovrò reintestarmela.
Devo comprare casa, sono un militare e potendo usufruire del mutuo inpdap potrei risparmiare un sacco di soldi visto che qui a roma le abitazioni costano uno sproposito.



RISPOSTA



Vediamo di capire come stanno le cose …
Già possiedi una prima casa in Italia, acquistata dal babbo ed intestata a te. Adesso vorresti comprare un immobile con le tue risorse e vorresti che si trattasse di acquisto di prima casa, perché la tua amministrazione, soltanto in caso di acquisto di prima casa, ti concederebbe il mutuo agevolato indpad per i dipendenti pubblici.

I requisiti per ottenere il beneficio della prima casa sono i seguenti.

L'acquirente, o gli acquirenti, devono dichiarare nell'atto di compravendita:

· di non essere titolare esclusivo (proprietario al 100%) o in comunione con il coniuge (la comproprietà con un soggetto diverso dal coniuge non è ostativa) di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di un'altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove sorge l'immobile oggetto dell'acquisto agevolato;
· di non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà o nuda proprietà, usufrutto, uso e abitazione su altra casa di abitazione acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni fiscali prima casa.
· di impegnarsi a stabilire la residenza, entro 18 mesi dall'acquisto, nel territorio del Comune dove è situato l'immobile da acquistare, qualora già non vi risieda.

Queste tre condizioni devono essere attestate con apposita dichiarazione da inserire nell'atto di compravendita. Se per errore sono state omesse, si può rimediare mediante atto integrativo in cui viene esplicitamente dichiarata la sussistenza dei presupposti soggettivi ed oggettivi per fruire delle agevolazioni fiscali.
Per il personale delle Forze armate e delle Forze di polizia non è richiesta la condizione della residenza nel Comune dove si trova l'immobile acquistato con le agevolazioni prima casa, in ragione degli spostamenti a cui sono assoggettati per lavoro.

L'acquirente decade dalle agevolazioni prima casa quando:
· le dichiarazioni previste dalla legge nell'atto di acquisto sono false;
· non trasferisce entro 18 mesi la residenza nel Comune in cui è situato l'immobile oggetto dell'acquisto;
· vende o dona l'abitazione prima che sia decorso il termine di 5 anni dalla data di acquisto, a meno che entro un anno non proceda al riacquisto di un altro immobile da adibire a propria abitazione principale.

Immagino che non siano trascorsi ancora 5 anni dall'acquisto dell'abitazione a te intestata.

In tal caso dovresti vendere o donare a tuo padre, l'abitazione a te intestata ed acquistare entro un anno dalla vendita medesima, un'altra abitazione. Perentoriamente, entro un anno dalla vendita a favore di tuo padre …

Così potrai beneficiare nuovamente dei requisiti prima casa.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale