Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Commercio elettronico. La merce viaggia sempre a carico del destinatario acquirente e sotto il suo rischio





Vorrei avere ora una consulenza, su quanto riguarda le spedizioni, non assicurate, che vengono danneggiate o addirittura perse dal corriere: chi deve risarcire i danni?

sull'associazione AICIEL di commercio elettronico, dicono che secondo la legge italiana, la merce viaggia a rischio dell'acquirente. Quindi in caso di assicurazione non assicurata contro danni e furto, chi riceve la merce danneggiata, ha qualche diritto?

ho avuto 2 minacce di denuncia o feedback negativo (che purtroppo invaliderebbe di molto la vetrina dei miei prodotti in vendita su ebay)

cosa devo fare in questi casi?

Nel negozio ebay ho un immagine che consiglia di assicurare la spedizione. L'assicurazione è facoltativa (non riesco ad includerla nel prezzo).

Posso aggiungere qualcosa tipo: " Per la legge italiana, la merce viaggia a rischio/carico dell'acquirente, in caso di spedizione NON assicurata, non si accettano reclami, minacce o  feedback negativi"

stamattina ho ricevuto 2 reclami, perchè parte della merce è arrivata rotta o rovinata , dicendo che pretendevano la sostituzione o uno sconto di almeno 40 euro (cifra che hanno scelto da soli mah). In entrambi i casi , non avevano assicurato l'assicurazione, e per adesso ho sostituito loro la merce a mie spese.

Invece per le spese in contrassegno (pagamento contanti al corriere) vorrei sapere se c'è una qualche legge, che mi permette legalmente di recuperare i soldi di spedizioni di andata e ritorno.
Alcuni  hanno il brutto vizio di acquistare, e poi non ritirare la merce che mi torna indietro.,quindi sono 16 euro perse dove il mio guadagno sui prodotti è di soli XX euro, per cui è una perdita di denaro piuttosto importante, mandare a spasso la merce.

Basterebbe anche un form da farmi mandare via email, (ha validità, l'acquisto su ebay è un contratto di fatto) tipo "io sottoscritto nome e cognome, accetto la spedizione in contrassegno, consapevole che se non ritirerò la merce dovrò pagare almeno le spese di spedizioni, e che in caso negativo, verrà avviata contro di me la procedure di recupero delle spese tramite un servizio di recupero crediti" ecco una cosa così, messa giù velocemente….

Grazie



RISPOSTA



La merce viaggia sempre a carico del destinatario acquirente e sotto il suo rischio. Il venditore non può rispondere per il danneggiamento o per la perdita del prodotto non assicurato, durante la spedizione del medesimo.
La legge non addossa al venditore on line, questa responsabilità di tipo oggettivo, durante la spedizione del prodotto.
I contratti relativi al commercio elettronico, per la natura di tali affari, si concludono nel tempo e nel luogo dell'inizio dell'esecuzione, ossia con il passaggio del prodotto dal venditore al vettore – corriere che si occuperà della spedizione.
Si applica pertanto ai contratti relativi al commercio elettronico, l'articolo 1327, I comma, del codice civile.

Art. 1327 del codice civile. Esecuzione prima della risposta dell'accettante.

Qualora, su richiesta del proponente o per la natura dell'affare o secondo gli usi, la prestazione debba eseguirsi senza una preventiva risposta, il contratto è concluso nel tempo e nel luogo in cui ha avuto inizio l'esecuzione.

In caso di spedizione non assicurata contro danni e furto, chi riceve la merce danneggiata, non può agire nei confronti del venditore, ma soltanto nei confronti del corriere, ai sensi dell'articolo 1693, I comma, del codice civile.
… diciamo che la vertenza tra l'acquirente ed il corriere, non ti interessa più di tanto … il venditore non ha alcuna responsabilità a tal proposito !!!

Art. 1693 del codice civile. RESPONSABILITA` PER PERDITA E AVARIA

Il vettore e` responsabile della perdita e dell'avaria delle cose consegnategli per il trasporto, dal momento in cui le riceve a quello in cui le riconsegna al destinatario, se non prova che la perdita o l'avaria e` derivata da caso fortuito, dalla natura o dai vizi delle cose stesse o del loro imballaggio, o dal fatto del mittente o da quello del destinatario.

L'assicurazione deve essere facoltativa … ragionevolmente non potrebbe essere diversamente (il cliente può scegliere se ricorrere all'assicurazione o “rischiare”); ad ogni modo, faresti benissimo a segnalare sul sito web che

“Per la legge italiana, la merce viaggia a rischio/carico dell'acquirente, pertanto in caso di spedizione NON assicurata, non si accettano reclami, minacce o feedback negativi"

Così eviterai ogni forma di pubblicità negativa …

Se stamane hai sostituito la merce a tua spese, lo hai fatto di tua spontanea iniziativa, senza alcuna coercizione normativa … vorrei che fosse chiaro questo concetto.

Per quanto riguarda le spese in contrassegno, l'idea del form è la più opportuna.

"Io sottoscritto (nome e cognome, codice fiscale, numero della carta di identità valida, data luogo di nascita, residenza), accetto la spedizione in contrassegno, consapevole del fatto che in caso di mancato ritiro della merce, sarò obbligato a sostenere almeno le spese di spedizione pari a _______, e che in caso di mancato pagamento delle stesse, verrà avviata contro di me la procedura di recupero delle spese, tramite un servizio di recupero crediti scelto dal venditore".

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale