Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Tubi per fare passare le acque reflue di un terreno adiacente/confinante




 

Giulio da Biella:

Iniziato causa 1994 per una licenza rilasciata dal comune, hanno violato tutte le norme che regolano il piano regolatore dato che e zona di nucleo di antica formazione classificata zona(A) io non ho idea cosa hanno fatto i miei avvocati.

Ho sempre chiesto la riduzione in ripristino, tutte le volte che io consegnavo in cancelleria di allegati, i miei avv… si dimettevano ed io pagavo? ora e venuta fuori la sentenza con la quale dice: che DOVREBBERO passare nel mio cortile dei tubi per fare defluire le sue acque del suo giardino che anno riportato 500 metri cubi per innalzamento terreno e muri, loro anno la possibilità di collegarsi alla fognatura facendo un tragitto allungato. Il COT ha dato mandato, esecutori di lavori,io non o lasciato entrare, nella mia proprietà, perche anno la possibilità di fare stessi lavori dentro la sua proprietà.

Il( DOVREBBE) mi sembra che non significa deve?


avvocato on line

Quale sia il motivo per cui i tuoi avvocati abbiano rinunciato a difenderti, non posso conoscerlo e sinceramente, non riesco nemmeno ad immaginarlo.
In effetti, ai sensi dell’articolo 1037 del codice civile, il passaggio dei tubi per fare passare le acque reflue di un terreno deve avvenire nel modo più conveniente e meno pregiudizievole possibile per il fondo del vicino.
La sentenza pertanto, è errata da un punto di vista giuridico, in quanto eccessivamente gravosa nei confronti del tuo diritto di proprietà che è leso in maniera immotivata ed illegittima, non solo dal passaggio dei tubi ma anche dall’esecuzione di lavori che potrebbero essere svolti tranquillamente senza occupare la tua proprietà.
Purtroppo la sentenza ha immediata efficacia esecutiva per le parti processuali e, pertanto, per opporti allo svolgimento dei lavori che sono stati previsti dall’autorità giudiziaria, devi proporre appello nei confronti del provvedimento giudiziario, chiedendo con il suddetto atto di impugnazione, la sospensione dell’esecutività del provvedimento giudiziario. Soltanto a seguito dell’accoglimento dell’istanza di sospensione, da parte della Corte di Appello, potrai opporti legittimamente ai lavori che i tuoi vicini hanno intenzione di fare, occupando la tua proprietà. Fai molta attenzione: se non provvedi ad impugnare la sentenza, la tua condotta potrebbe assumere rilievo penale.
Il mio consiglio pertanto, è il seguente: rivolgiti ad un avvocato (di quelli che non fuggono dinanzi alle difficoltà!!!) per impugnare la sentenza con un Atto di Appello; la Corte modificherà il provvedimento in un senso a te più favorevole.
Opporsi ad un provvedimento giudiziario senza utilizzare gli strumenti giuridici che l’ordinamento mette a tua disposizione, è un reato. Cordiali saluti.

 

 

 

 

 

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale