Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Truffa agenzia immobiliare. Appartamento in edilizia convenzionata.


 

Antonella da Milano:

 

Buonasera,volevo un vostro parere su una questione riguardante l'acquisto di un'appartamento di edilizia convenzionata che abbiamo acquistato 4 anni fa, naturalmente il prezzo d'acquisto non corrispondeva al valore reale stabilito dal comune, faccio presente che l'agenzia immobiliare non ci ha informati di questo particolare, adesso il comune dopo 4 anni che ci abitiamo ci ha inviato il riscatto del terreno, corrispondente a 5000 euro,secondo un articolo sul corriere della sera tutto ciò corrisponde ad una truffa, posso citare in giudizio l'agenzia immobiliare , e che probabilità ci sono di vincere un eventuale causa ?

Spero di essere stata sufficentemente chiara e chiedo scusa per gli eventuali errori. Ringrazio anticipatamente

 

avvocato risponde online

Ho letto anch’io l’articolo del Corriere della Sera sulle truffe poste in essere dalle Agenzie Immobiliari, nell’ambito dell’edilizia convenzionata; quanto riportato dal giornalista, effettivamente, corrisponde al vero.
Devi immediatamente denunciare presso la Procura della Repubblica (prima lo fai, meglio è), l’Agenzia in questione; si configura infatti, nella tua fattispecie, il reato di truffa previsto dall’articolo 640 del codice penale (“Chiunque, con artifici e raggiri, inducendo taluno in errore, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con danno altrui, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni”).
Nel corso del processo penale nei confronti della società e dei suoi amministratori, successivamente al rinvio a giudizio degli stessi, avrai facoltà di costituirti parte civile, al fine di richiedere un cospicuo risarcimento per i danni subiti, oltre al rimborso dei 5.000 euro che dovrai versare all’amministrazione comunale per il riscatto. Soltanto in quel momento processuale, avrai bisogno dell’assistenza di un avvocato.
Le probabilità di vincere il giudizio e di ottenere il risarcimento, sono molto alte tuttavia, l’aspetto sfavorevole della vicenda riguarda i tempi processuali. Ci vorranno dai due ai quattro anni per ottenere giustizia con una sentenza definitiva. Cordiali saluti.

 

 

 

 

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale