Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Assegno di mantenimento


 

Silvia da Genova:

 

il mio ex compagno se n'è andato di casa,proprietà dei miei genitori,dopo 10 mesi dalla nascita della nostra figlia,ed è tornato a vivere dalla madre. durante la gravidanza e nei primi mesi della bimba se n'era andato altre 2 volte.

Adesso tramite un legale ha proposto 3 opzioni per il mantenimento di nostra figlia :


1- 150 euro al mese tenendo la bimba 1 sett per uno.


2- 250 euro al mese con diritto di prendere la figlia 4 volte a sett per 3/4 ore al giorno e un week end a testa dove dormirebbe da lui.


3- 300 euro al mese prendendo la figlia 2 volte a sett per 3/4 al giorno e week end alternati.


Premetto che nostra figlia ha 10 mesi e fino ad oggi è sempre venuto a prenderla a casa mia per portarla da sua madre. Vorrei sapere quale delle 3 "opzioni" è realmente corretta.


Ha uno stipendio di circa 1300/1400 euro al mese esclusi premi produzione e straordinari, il poco tempo che vivevamo insieme non ha mai contribuito alle spese, e durante la gravidanza e l'allattamento (non lavoravo) dividevamo le spese a metà e mi sono accollata le spese dell'arredamento della casa. Secondo lui 300 euro sono più che sufficienti se si compra solo ciò che è in offerta nei supermercati. il mio stipendio è di 900 euro al mese,ho un minimo affitto e le bollette da pagare ai miei genitori, una baby sitter che non vuole pagare al 50% perchè sua madre sarebbe disposta a tenere la bambina quando io lavoro.


Cosa devo fare?? inoltre non si è mai preoccupato dell'abbigliamento della bambina, non ha mai comprato nulla e per lui sono spese comprse nel mantenimento mensile. nell'attesa di una risposta porgo sentiti saluti

 

l'avvocato risponde


Sono tre proposte assolutamente indecenti e da rifiutare senza nemmeno prenderle in considerazione per un attimo.
Se ti rivolgessi ad un avvocato per intraprendere una causa civile, il giudice condannerebbe il tuo ex compagno, a versare mensilmente una somma compresa tra i 600 e gli 800 euro, in considerazione del suo stipendio base di 1.400,00 euro (oltre ai premi di produzione).
Non si può mantenere una bambina aspettando le offerte degli ipermercati; se non ci dovessero essere delle offerte ... resterebbe digiuna!??

 

Il tuo ex compagno non si rende conto di quello che dice!! Il mio consiglio è il seguente: devi pretendere un assegno mensile di 650/700 euro al mese (a prescindere dalla frequenza con cui il padre sarà autorizzato a vedere sua figlia). Se dovesse rifiutare la tua offerta, rivolgiti ad un legale, citalo in giudizio per ottenere un congruo assegno di mantenimento, denunciandolo, al contempo, per il suo comportamento penalmente rilevante (abbandono di minore).
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Cordiali saluti

 

 

 

 

 

 

 

 

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale