Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Eredità - Legittima del figlio legittimo, del coniuge, quota disponibile





Buongiorno,

volevo avere dell info sull' eredità; mio papà é morto 1 mese fa e ha lasciato un testamento dove lascia tutti i beni mobili e immobili a mia mamma;
volevo sapere se i figli in questo caso hanno qualche diritto - grazie La mia mamma ha un conto intestato a lei ed uno cointestato con mio papà - i miei genitori sono in regime di separazione dei beni.

Io sono separato in regime di separazione dei beni - della mia eventuale eredità, la mia ex-moglie può pretendere qualcosa ?



RISPOSTA



Il figlio legittimo o naturale ha diritto alla quota di legittima, calcolata sull'asse ereditario del padre defunto, ai sensi dell'articolo 536, I comma del codice civile.
Nella tua fattispecie, ai sensi dell'articolo 542, I comma, hai diritto ad una quota di legittima pari ad 1/3 dell'intero asse ereditario.
A tua madre devono andare i 2/3 del patrimonio, ossia la quota di legittima spettante al coniuge (1/3) e la quota disponibile (1/3), relativamente alla quale, tuo padre poteva liberamente disporre con testamento.
La tua ex moglie non ha titolo per pretendere nulla dalla tua quota ereditaria (non avrebbe titolo nemmeno in caso di matrimonio con comunione dei beni, essendo, i beni ereditati, esclusi dalla comunione legale, in quanto beni personali, ai sensi dell'articolo 179, I comma, lettera B, del codice civile).
Il denaro relativo al conto cointestato ad entrambi i tuoi genitori cade in successione nella misura del 50% (la quota pertinente a tuo padre deceduto): hai diritto ad 1/3 del 50% del denaro presente sul conto, al momento della morte di tuo padre.
Devi rivolgerti ad un avvocato per impugnare il testamento dinanzi al Tribunale ed ottenere la tua quota di legittima (il termine di prescrizione è decennale).
Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Allego le norme citate:

Articolo 536 del codice civile: Legittimari

Le persone a favore delle quali la legge riserva una quota di eredità o altri diritti nella successione sono: il coniuge, i figli legittimi, i figli naturali, gli ascendenti legittimi. Ai figli legittimi sono equiparati i legittimati e gli adottivi. A favore dei discendenti dei figli legittimi o naturali, i quali vengono alla successione in luogo di questi, la legge riserva gli stessi diritti che sono riservati ai figli legittimi o naturali.

Articolo 542 del codice civile: Concorso di coniuge e figli

Se chi muore lascia, oltre al coniuge, un solo figlio, legittimo o naturale a quest'ultimo è riservato un terzo del patrimonio ed un altro terzo spetta al coniuge. Quando i figli, legittimi o naturali, sono più di uno, ad essi è complessivamente riservata la metà del patrimonio e al coniuge spetta un quarto del patrimonio del defunto. La divisione tra tutti i figli, legittimi e naturali, è effettuata in parti uguali.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale