Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Risarcimento danni - Risarcimento del danno cagionato al vicino, a seguito di lavori di ristrutturazione.





Buon giorno

Casa di campagna intestata alla moglie, siamo in separazione dei beni. Ristrutturazione della casa il vicino reclama danni strutturali e cita la moglie. Se la casa viene venduta a figli , nipoti o a me.
Le la moglie diventa nulla possidente solo con stipendio fisso cosa accade della citazione.Decade o continua contro la moglie o contro chi acquista?
La ringrazio per la collaborazione



RISPOSTA



A seguito della ristrutturazione della casa di campagna, la proprietà del vicino ha subito dei danni. Il vicino pertanto, ha citato in giudizio la proprietaria dell’immobile, ossia tua moglie, per chiedere un risarcimento del danno ingiusto sopportato, ai sensi dell’articolo 2043 del codice civile.

La responsabilità da danno ingiusto, ossia la responsabilità extracontrattuale ex articolo 2043 del codice civile, sorge in capo alla persona fisica, proprietaria dell’immobile, e non relativamente all’immobile medesimo.

Tanto per intenderci, ad avere cagionato il danno al vicino è stato il proprietario della casa di campagna e non il bene immobile.

Tanto premesso, quand’anche la casa fosse venduta al marito, ai figli, ai nipoti ovvero ad un terzo, la causa civile continuerebbe nei confronti di tua moglie e soltanto di tua moglie.

Se investi una persona con la tua auto ed il giorno dopo decidi di vendere l’auto ad un nipote, chi risponde dei danni riportati dal pedone, il conducente o il nipote che ha acquistato l’auto successivamente ??? Il conducente ovviamente …

Se la moglie dovesse spogliarsi di tutti i suoi beni, la causa continuerebbe ugualmente: la citazione non può decadere.
Se tua moglie, divenuta nel frattempo nulla possidente, dovesse essere condannata al pagamento di una somma a titolo di risarcimento danni e non dovesse ottemperare alla condanna del giudice, correrebbe il rischio del pignoramento del quinto della stipendio.

Per questo motivo, tua moglie non beneficerebbe di alcuna utilità concreta dalla vendita della casa di campagna. La citazione non decadrebbe, il processo continuerebbe contro di lei e, in caso di condanna e di mancato adempimento di tua moglie, alla decisione del giudice, il vicino potrebbe procedere al pignoramento del quinto dello stipendio di tua moglie, per soddisfare il suo credito. Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale